Ancora un episodio di femminicidio, o almeno tentato, quello che si è verificato nella giornata di ieri a Messina. Una giovane ventiduenne, è stata infatti aggredita e data fuoco dal suo ex, con quest’ultimo che non si era rassegnato alla fine della loro relazione.

Il grave episodio è avvenuto nel quartiere Bordonaro della città dello stretto. Il ragazzo, un giovane di 24 anni, si è recato a casa della sua ex. Quando la ragazza ha aperto, il ventiquattrenne l’ha aggredita, spargendole poi della benzina addosso, per poi darle fuoco. Subito dopo è fuggito, lasciando la ragazza tra le fiamme. A soccorrerla, una parente, che ha provato a spegnere le fiamme che avvolgevano il corpo della donna, per poi chiamare il 118.

La ragazza è ora ricoverata in gravissime condizioni al policlinico di Messina. Ha subito ustioni al 60%  del corpo. Il movente dell’aggressione sarebbe la gelosia. Il ragazzo era stato lasciato dalla ventiduenne qualche mese fa, al termine di una relazione burrascosa. L’uomo non aveva mai accettato la fine del rapporto con la ragazza, ed ha provato in tutti i modi a tornare con lei, ma ogni tentativo gli è risultato vano. Poi la tragedia.

messina-qaurtiere-bordonaro

Il ragazzo è stato arrestato ed è accusato di tentato omicidio. Un’ennesima pagina oscura di violenza sulle donne da parte di un ex partner.