Una vasta operazione per contrastare l’approvvigionamento di droga in Italia. E’ quella che stanno mettendo in campo gli agenti di Polizia della Squadra Mobile di Reggio Calabria che stanno arrestando diversi esponenti della ndrangheta.

Non ci sono ancora i numeri di un’operazione che sta investendo varie regioni della penisola, ma sicuramente si tratta di qualcosa di molto grande visto che nel mirino della Polizia è finito il traffico di droga internazionale che dal Sud America, in particolare dalla Colombia, faceva arrivare in Italia la cocaina. Gli agenti di Polizia sono coordinati dalla Dda e dall’Antidroga e stanno eseguendo diverse ordinanze di misure cautelari soprattutto a esponenti vicini alle famiglie Morabito-Bruzzantini-Palamara.

Un’indagine lunga e complessa, durata due anni, che però ha portato alla luce un sistema ben oliato in cui si è scoperto che l’importazione della cocaina in Italia avveniva attraverso il lavoro di apparenti società che operavano nell’importazione di prodotti ortofrutticoli o di pesce. Invece di portare alimenti, queste società importavano droga e in particolare cocaina che poi veniva venduta sul mercato italiano.

arresto-polizia

L’inchieste è stata denominata “Buena Ventura” e consta di ben 500 pagine in cui sono state raccolte: intercettazioni telefoniche, telematiche e ambientali per ricostruire l’attività del sodalizio transnazionale.