4 luglio: festa dell’Indipendenza negli Stati Uniti

festa-ringraziamento-tradizione

Tra misure di sicurezza e la paura per quanto avvenuto ieri a Boston, anche quest’anno è arrivato il 4 luglio, festa dell’Indipendenza degli Stati Uniti d’America. In questa data si ricorda l’anniversario della firma della Dichiarazione di Indipendenza che sancì la liberazione dallo status di colonia e, di fatto, la nascita degli Stati Uniti d’America. Tutto ciò avveniva il 4 luglio 1776.

I festeggiamenti per il 4 luglio

La ricorrenza è molto sentita negli Stati Uniti: infatti, rappresenta la data della fondazione dello Stato americano che in poco tempo diventerà una delle più grandi potenze della Terra. Sono i fuochi d’artificio a farla da padrone in questa ricorrenza in cui si ricorda la firma della Dichiarazione di Indipendenza. Fino al 1938 questa data era associata a un giorno di festa non pagata per i dipendenti federali, prima che fosse riconosciuta retribuzione anche per questa giornata in cui si interrompono tutti i servizi non essenziali. Generalmente le famiglie americane organizzano picnic o pranzi all’aperto per celebrare questa festività che avviene in piena estate. Caratteristica di questa ricorrenza è anche il fatto che in tutte le basi militari a mezzogiorno in punto vengono sparati tanti colpi di cannone quanti sono gli anni passati da quel 4 luglio 1776, data di firma della Dichiarazione di Indipendenza.

 

 

Nato ad Aversa (CE) il 22 agosto 1994 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista, collaboro con i siti di Content Lab dal 2015 occupandomi di sport, politica e altro.