Addolcitore acqua: perché acquistarlo

acqua

L’acqua è uno degli elementi più importanti del nostro pianeta, se non il più importante. Oltre ad essere fondamentale per la vita, l’acqua serve anche al corretto funzionamento della maggior parte degli elettrodomestici di un’abitazione; tuttavia, spesso, sgorga dalle tubature con una concentrazione di calcare molto elevata, sia per colpa della natura del sottosuolo sia per la condizione in cui si trovano le tubature. L’acqua molto calcarea, definita “dura”, è quella nella quale sono disciolti molto magnesio e calcio, ed il livello di durezza viene espresso in gradi francesi (f°). Le acque che vanno dai 15°f in poi sono definite da discretamente dure a molto dure.

I danni del calcare negli impianti

In genere, le tubature delle caldaie sono soggette a frequenti depositi calcarei, originati dal frequente passaggio di acqua a temperature particolarmente elevate. Gli accumuli di calcare rendono difficoltosa la combustione e la produzione di calore, di conseguenza il consumo energetico e di gas aumenta, aggravando la bolletta e impattando in maniera significativa anche sull’inquinamento. Rimuovere il calcare dall’acqua della caldaia, così come dagli altri impianti, è fondamentale per ridurre lo spreco di energia ed ottenere una significativa riduzione dei tempi e dei costi collegati alla manutenzione dell’impianto. Anche gli altri elettrodomestici che utilizzano l’acqua calda, sono soggetti alle incrostazioni di calcare come la lavatrice oppure la lavastoviglie, specialmente sugli elementi riscaldanti, come ad esempio la serpentina. Ciò si può riversare anche sul corretto funzionamento degli elettrodomestici stessi, in quanto le stoviglie ed il bucato non vengono lavati in maniera ottimale presentando macchie antiestetiche, richiedendo più lavaggi e detergenti specifici che potrebbero essere anche molto costosi, nonché inquinanti per l’ambiente.

Come ridurre il calcare dall’acqua

Sicuramente è necessario intervenire sulla durezza dell’acqua quando essa costituisce un problema per la durata degli impianti e degli elettrodomestici. Tuttavia, è fondamentale trovare una soluzione che non sia dannosa sia per l’acqua che per l’ambiente, come ad esempio un addolcitore. Infatti, questi dispositivi, sono la soluzione ottimale per ridurre la durezza dell’acqua in modo semplice e non dannoso, in quanto funzionano grazie allo scambio ionico. Ciò significa, che gli ioni di calcio vengono scambiati con quelli di sodio, riuscendo ad ottenere un’acqua meno calcarea.  In commercio ne esistono di diverse tipologie, dai più piccoli che vengono istallati in un preciso ambiente della casa, a quelli più grandi, che funzionano in tutte la casa, fino ad arrivare a quelli più grandi che possono essere istallati addirittura nei palazzi o altri edifici che necessitano una portata d’acqua molto importante.  Se si è interessati ad acquistare un addolcitore d’acqua è consigliabile optare per brand specializzati nel settore, come ad esempio l’addolcitore Culligan, così da acquistare prodotti di qualità. Naturalmente, prima di procedere con l’acquisto è fondamentale individuare il modello maggiormente in linea con le proprie esigenze e necessità.

Ulteriori vantaggi di un addolcitore

Istallare un addolcitore nella propria abitazione, come già detto, decalcifica l’acqua rendendola meno dura e preservando gli impianti e le tubature, e riducendo l’utilizzo di detergenti per la pulizia delle superfici e di piatti e stoviglie. Tuttavia questi non sono gli unici vantaggi che si possono ottenere dall’acqua decalcificata. Quando si cucina o si preparano bevande come caffè, the e tisane con un’acqua ricca di calcare, ad esempio, il sapore e le proprietà potrebbero essere alterate, pertanto, utilizzare un’acqua meno dura per le preparazioni quotidiane è sicuramente meglio. Anche a seguito di una doccia potrebbero verificarsi delle problematiche generate dal calcare, come ad esempio incrostazioni, irritazioni della pelle molto fastidiose; oppure secchezza della cute, capelli più ruvidi o che cadono con un’elevata frequenza.  Inoltre è risaputo che lavarsi con acqua addolcita rende molto più piacevole la doccia o il bagno.