In occasione del suo cinquantesimo compleanno, è stato rilasciato il nuovo singolo di Alessia Aquilani, meglio conosciuta con lo pseudonimo di Alexia, intitolato “Beata gioventù”. Il brano, in rotazione radiofonica dal 18 maggio, anticipa il suo tredicesimo album di inediti, la cui uscita è prevista per il prossimo settembre.

La canzone, scritta a quattro mani da Lorenzo Vizzini e Mario Lavezzi, racconta i giovani d’oggi con un occhio rivolto alla vita dell’interprete, più con spensieratezza che con nostalgia. Un inno alla quotidianità, al carpe diem. Per accompagnare il lancio del singolo, è stato realizzato il videoclip ufficiale, diretto dal regista Jacopo Pietrucci, che vi proponiamo di seguito insieme al testo.

Beata gioventù (Testo)

Il rito di ogni anno
le macchine che vanno
somiglia a un deserto la città
L’estate sempre uguali
romanzi da giornali
i tradimenti e le celebrità

E da metà marito
promesse appese a un dito
l’amore è eterno finché finirà
Gli esordi puberali
gli amori stagionali
i corpi caldi della prima età

E l’ombra di un’estate
le labbre appiccicate
promesse di incoscienza e di poesia
Castelli sulla sabbia
con gli anni tutto cambia
ma il tempo non aspetta e fugge via

Beata gioventù
con il futuro in mano
e i capelli al vento
Beata gioventù
che tiene in tasca i sogni
i sogni in movimento
Beata gioventù
l’estate dentro gli occhi
il fuoco nella neve
Beata gioventù
che tutto il mondo è tuo
e niente ti appartiene

Le curve del destino
tracciate in una mano
chissà che cosa ne sarà di me
Tabacco, apertivi
i ritornelli estivi
le solite canzoni da chalet

Le dive della notte
i maschi fanno a botte
nella periferia, in un luna park
Ma Giulia se ne frega
somiglia ad una strega
con il trucco di una principessa dark

Ha il volto che le brilla
la guardo, mi somiglia
rivedo quando avevo la sua età
Ritorno a quei pensieri
e quasi sempre ieri
ma il tempo non aspetta e se ne va

Beata gioventù
con il futuro in mano
e i capelli al vento
Beata gioventù
che tiene in tasca i sogni
i sogni in movimento
Beata gioventù
l’estate dentro gli occhi
il fuoco nella neve
Beata gioventù
che tutto il mondo è tuo
e niente ti appartiene

All’infinità età
che non conosce il mondo
e ha il mondo ha da vedere
Non si può dire addio
perché la vita è un sogno
e tutto può accadere
In fondo anche io
non faccio caso al tempo
e attendo nuove attese
Un’emozione nuova
una sorpresa in più

Beata gioventù
con il futuro in mano
e i capelli al vento
Beata gioventù
che tiene in tasca i sogni
i sogni in movimento
Beata gioventù
l’estate dentro gli occhi
il fuoco nella neve
Beata gioventù
che tutto il mondo è tuo
e tutto ti appartiene
Beata gioventù
che tutto il mondo è tuo
e tutto ti appartiene

CONDIVIDI
Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica e spettatore interessato di tutto ciò che è intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.