Ambrogino d’Oro 2016, i nomi dei vincitori

duomo-di-milano

L’Ambrogino d’Oro è l’onorificenza che il comune di Milano conferisce a determinati personaggi di spicco, provenienti dal mondo della cultura e dello spettacolo, che hanno contribuito in qualche modo alla crescita della città.

Annualmente vengono assegnati fino a un massimo di trenta medaglie d’oro e quaranta attestati di benemerenza. La cerimonia di consegna avviene il 7 Dicembre, durante la festa di Sant’Ambrogio.

Tra i premiati dell’edizione 2016, ci saranno anche l’ex sindaco Moratti, l’attore Antonio Albanese, una coppia che ha lottato per le unioni civili ed il cantante e compositore Mario Lavezzi. La lista è stata scelta come sempre dalla commissione per le Civiche benemerenze, che si è riunita anche quest’anno a Palazzo Marino. “Sono onorata di questo riconoscimento per l’amore che ho verso Milano” ha dichiarato la manager e politica italiana, votata all’unanimità sia dagli esponenti di Destra che di Sinistra.

natale-milano

Venti attestati di civica benemerenza sono stati attribuiti a personalità, associazioni ed enti, tra questi: Barbato Tullio, Cesana Giancarlo, Boffi Roberto, Pagliano Maurizio Maria, Persico Paola, l’Ordine degli Avvocati di Milano, l’Associazione Culturale Alma Rosé, la Comunità Oklahoma Onlus, l’AIAS (Associazione professionale Italiana Ambiente e Sicurezza), la trasmissione televisiva di Telenova “Linea d’Ombra”, le Stazioni dei Carabinieri della Città di Milano, l’Unità Reati Predatori della Polizia Locale di Milano, l’Associazione C.P.S.M. (Corsi Popolari Serali di Musica), il Teatro Officina, il Nidaba Theatre, l’AIS (Associazione Italiana Sommelier), l’Ostello Bello, il Progetto “Due mani in più”, l’ANESV (Associazione Nazionale Esercenti Spettacoli Viaggianti) ed il Progetto “Ekotonos” della Casa Circondariale San Vittore.

Mentre le quindici ambite medaglie d’oro, sono andate a: Letizia Moratti (ex sindaco di Milano), Antonio Albanese (attore, comico, cabarettista, regista e scrittore), Mario Lavezzi (cantautore, compositore e produttore discografico), Antonio Ballista (pianista), Paolo Hutter e Paolo Oddi (attivisti della lotta per i diritti delle coppie omosessuali), Don Aldo Geranzani (parroco e rettore del Collegio San Carlo), Alberto Vitaloni (fondatore delle patatine San Carlo), Paolo Alessandro Biscottini (Docente dell’Università Cattolica del Sacro Cuore), Janiki Cingoli (direttore del Centro italiano per la pace in Medioriente), Arjola Dedaj (atleta paralimpica non vedente), Luciano Gattinoni (primario del Policlinico), Racca Annarosa (presidente di Federfarma) Luca Patané (presidente del gruppo Uvet), Sestilio Paletti (immobiliarista) e Livia Zucchi Veronese (architetto).

Scritto da Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica e spettatore interessato di tutto ciò che è intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

luigi-caccia-dominioni

Milano: morto l’architetto Luigi Caccia Dominioni, esperto di urbanistica

finanzieri

Permessi di Soggiorno Falsi, operazione della Guardia di Finanza