Amnistia e Indulto Ultime Notizie di Oggi (4 Marzo 2017)

carcere

Quali sono le ultime notizie di oggi 4 marzo 2017 in tema di amnistia e indulto? Il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, ha avuto un colloquio con il deputato al senato di scelta civica, Luca D’Alessandro, in merito a tante situazioni complicate che si verificano nelle carceri italiani.

In particolare si è discusso dei tanti casi di suicidio, di tentato suicidio e di autolesionismo verificatisi negli istituti penitenziari. Un altro tema trattato nell’incontro è quello del sovraffollamento delle strutture, con molti carcerati, inoltre, che attendono da tanto un giudizio.

AMNISTIA E INDULTO: LA DELUSIONE DI RITA BERNARDINI

Ad assistere al colloquio anche l’esponente del partito radicale, Rita Bernardini, che come riporta il giornale “Il Dubbio” è rimasta molto delusa da alcune decisioni del Ministero della Giustizia. La Bernardini in particolare ha espresso la sua delusione in merito al mancato intervento del governo sulla questione delle carceri sovraffollate, che sono un vero e proprio tema spinoso da trattare: “In Italia ci sono tanti istituti penitenziali sovraffollati e dove è impossibile poter svolgere attività trattamentali tali istituti non prendono in considerazione i detenuti con problemi psichici e sanitari, tossicodipendenti e quant’altro. Mentre vi sono degli istituti completamente abbandonati e in disuso che tutti hanno dimenticato. Perchè non rimodernare questi e utilizzarli per smaltire il sovraffollamento in diverse strutture?”.

LO SCIOPERO DELLA FAME DELLA BERNARDINI

Rita Bernardini parla anche dello sciopero della fame intrapreso. Seguendo le orme di Pannella, la donna ha affermato che questo atteggiamento serve a richiamare l’attenzione del Governo su temi che al momento non sembra toccare. “Con il mio sciopero della fame, chiedo a Governo e Parlamento di concentrarsi in questo scorcio di legislatura sulla riforma dell’Ordinamento Penitenziario”, afferma la Bernardini. Poi continua: ” Ieri avrei voluto consegnare al ministro Orlando il librone contenente le 20mila firme dei detenuti che hanno scelto la non violenza digiunando per sostenere il mio sciopero. Mi auguro che presto ci si possa incontrare per consegnarglielo”. 

andrea-orlando

Infine, la Bernardini, in un’intervista al Il Tempo ha affermato l’importanza di Amnistia e Indulto, che al governo spesso sembra non interessare. La donna afferma che chi di dovere debba chiaramente intervenire su queste importanti norme e garantire maggiore sicurezza negli istituti penitenziali, oltre che ovviamente salvaguardare la giustizia.

Scritto da Marco Costanza

Nato ad Avellino nel 1989, aspirante giornalista. Amo e seguo lo sport a 360° ma mi occupo anche di altri settori. Vanto uno stage a Sky Sport 24, un Master in Giornalismo e altre esperienze con testate giornalistiche importanti.