In Arabia Saudita vincono le donne, ma rimane la pena di morte

arabia-saudita-bin-salman

In Arabia Saudita vincono le donne. Venerdì 12 gennaio 2018, una data che ha segnato la storia delle donne saudite. Quella che si é giocata venerdì scorso sul campo di Gedda tra le squadre Al-Ahly e Al-Baten infatti non é stata una semplice partita di calcio ma la celebrazione di una vittoria importante per le donne saudite. Venerdì sera, per la prima volta le donne arabe sono andate allo stadio, sugli spalti del King Abdullah international stadium era presente anche il pubblico femminile.

L’evento, degno di nota, si deve a una delle tante riforme volute dal principe ereditario Mohammed Bin Salman. Il principe, definito anche come il millennial più potente al mondo, sta cercando di riformare l’Arabia Saudita con numerose riforme a favore delle donne tra cui la possibilità di guidare un auto e il partecipare ad un evento sportivo.

arabia-saudita-donne

La leadership saudita é consapevole della propria debolezza dovuta anche ad un decremento degli utili, la politica di riforme é dunque necessaria per una rinascita del paese che si sta muovendo verso un islamismo moderato. L’erede al trono ha aperto a diverse forme di divertimento, dai concerti agli spettacoli dal vivo, alle proiezioni dei film.

In Arabia Saudita  i diritti umani non sono ancora rispettati

Dopo 35 anni, il ministero della Cultura e dell’Informazione ha annunciato che i primi cinema saranno aperti dal prossimo marzo. Ma non é tutto oro quel che luccica e mentre si muovono passi in avanti in ambito socio culturale, sotto altri aspetti il paese é fermo: l’Arabia Saudita é tra i paesi con il più alto numero di condanne a morte per dissenso politico.

In alcune occasioni le esecuzioni avvengono in pubblico e la testa della persona decapitata dal boia o il suo cadavere vengono esposti agli occhi di tutti i cittadini. Se di solito le condanne a morte sono individuali, quest’anno diverse persone sono state decapitate lo stesso giorno in una grande punizione esemplare e un grande numero di condanne é successivo alla nomina del principe Bin Salman a principe ereditario.

Scritto da Chiara Tedeschi

Sono nata a Cecina (LI) e cresciuta a Piombino (LI) dove mi sono diplomata al Liceo Classico Giosuè Carducci. Mi sono laureata in Scienze della Comunicazione all'Università degli Studi di Pisa. Amo viaggiare, leggere e scrivere.

Aquaman

Aquaman: Trama, Cast ed Anticipazioni del nuovo film DC Comics

darkphoenix-fenicenera-xmen

X-Men – Dark Phoenix: Trama, Cast ed Anticipazioni del film Marvel