Arrestato Raffaele Marra, è accusato di Corruzione

raffaele-marra

Su richiesta della Procura di Roma è stato arrestato Raffaele Marra. L’uomo è accusato di corruzione.

Il capo del personale del Campidoglio e fedelissimo del sindaco Virginia Raggi, Raffaele Marra, è stato arrestato questa mattina dai carabinieri per volere della Procura di Roma. Insieme a lui finisce in manette anche il costruttore Sergio Scalpellini. L’accusa mossa ai danni di Raffaele Marra è quella di corruzione. L’indagine si riferisce al periodo in cui, dal 2003 e al 2016, Marra è stato direttore dell’ufficio delle Politiche abitative del Comune di Roma e capo del Dipartimento del patrimonio e della casa durante la giunta di Alemanno.

virginia-raggi

Il costruttore Scalpellini avrebbe messo a disposizione di Marra il denaro per acquistare una casa Enasarco, ossia la cassa provvidenziale degli agenti e dei rappresentanti di commercio dove lui viveva. La casa in questione era un attico che Marra avrebbe comprato ad una cifra irrisoria, scontato di quasi mezzo milione di euro. Allo stesso tempo, Scalpellini ha acquistato il vecchio appartamento del funzionario pagandolo il triplo del suo valore.

Raffaele Marra è da sempre stato motivo di attrito all’interno del Movimento 5 Stelle. Molti non hanno visto di buon occhio la sua permanenza al Campidoglio. Lo stesso Beppe Grillo aveva chiesto il suo allontanamento dalla politica romana, e come lui molti altri.