Attentato in Venezuela durante il discorso del presidente Maduro

Venezuela: attentato durante il discorso al paese del presidente Nicolas Maduro

Venezuela-attentato-maduro

Attentato in Venezuela a Caracas durante il discorso tenuto dal presidente Nicolas Maduro alla cerimonia dell’81esimo anniversario della creazione della Guardia nazionale. E’ stata udita un’esplosione e si è immediatamente provveduto all’evacuazione, secondo fonti locali Maduro è rimasto illeso.

Secondo i media l’attentato è stato effettuato con un drone carico di esplosivo, che è stato fatto esplodere proprio durante il discorso del presidente sulla folla. Secondo Mundo en Conflicto sono sette i militari feriti dall’esplosione.

La prima reazione attribuita a Maduro sull’attentato dal sito della presidenza venezuelana: “Cuento con la Fuerza Armada para capturar a los responsables de la guerra contra el pueblo” (Ho fiducia nella forza armata per catturare i responsabili della guerra contro il popolo).

La TV locale informa di altre esplosioni avvenute a Caracas, probabilmente è un attacco coordinato dalle forze di opposizione al governo di Maduro.

“Posso dire ufficialmente – è quanto detto dal ministro delle comunicazioni Jorge Dominguez – che si tratta di un attentato contro la figura del presidente Maduro che è rimasto completamente illeso ed è riunito per esaminare con i suoi collaboratori, i ministri e i vertici militari, l’accaduto le esplosioni hanno causato ferite a sette membri della Guardia nazionale bolivariana che sono stati ricoverati in ospedale”.

Scritto da Antonio Chianese

Giovane studente in lettere moderne, vive a Napoli. Crede ancora nell'utilità delle materie umanistiche, ama la sua città ed è appassionato di scrittura, teatro, musica e cinema. Instancabile sognatore è convinto dell'importanza della cultura per comprendere e analizzare il mondo e i suoi processi.

sergio leone

Sergio Leone, ciclo di suoi film su Rai 3: Titoli e Date

attentato_terroristico_afghanistan

Attentato terroristico in Afghanistan: morti tre soldati Nato