Ballottaggio Trapani 2017: Girolamo Fazio decade

girolamo-fazio-arrestato

Notizia sconvolgente per quel che riguarda il ballottaggio a Trapani per l’elezione del nuovo sindaco: la candidatura di Girolamo Fazio decade a causa della mancata presentazione della lista degli assessori e adesso Pietro Savona, avversario dell’imprenditore siciliano, ha bisogno solo che si registri una percentuale superiore al 50% di affluenza ai seggi e il 25% dei consensi per diventare primo cittadino di Trapani.

Girolamo Fazio decade dal ballottaggio a Trapani

L’ex sindaco era indagato per corruzione e traffico di influenze e nei giorni scorsi aveva provocatoriamente invitato i suoi elettori a non votarlo più. La scelta di non presentare la lista di assessori entro le 14:00 di oggi fa sicuramente discutere per la sua particolarità e per il rischio di avere una competizione elettorale di fatto falsata da questo improvviso dietrofront di Fazio.

Cosa succederà adesso al ballottaggio a Trapani?

Come detto, adesso a Pietro Savona, sfidante di Fazio in questo ballottaggio necessità di un 25% dei consensi a patto che l’affluenza ai seggi sia di almeno il 50%. La poltrona di sindaco è davvero a un passo, ma la sfida più difficile adesso sarà convincere la popolazione a rinunciare a una domenica di mare per contribuire a una competizione elettorale che appare alquanto grottesca.

 

Nato ad Aversa (CE) il 22 agosto 1994 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista, collaboro con i siti di Content Lab dal 2015 occupandomi di sport, politica e altro.

beppe-grillo-m5s

Ius Soli Legge, Grillo: “Pastrocchio invotabile”

afghanistan

Soldati americani feriti in Afghanistan da un militare afgano