Adescava minorenni su Skype: Arrestato un Postino di Bari

polizia-postale

Arrestato un postino quarantenne a Bari dalla Polizia. L’uomo infatti, adescava giovani minorenni su Skype per compiere giochi intimi. Praticamente il quarantenne si fingeva una ragazza, magari coetanea dei giovani contattati e mostrava loro foto della stessa invitandoli a giochi intmi e masturbazioni, che lo stesso poi riprendeva e filmava.

COME E’ STATO SCOPERTO IL POSTINO?

A scoprire questo gioco su Skype è stata una donna di una famiglia di Vercelli, che rientrando in casa, aveva beccato il figlioletto in una situazione osè e vicino al computer, intento a ricoprirsi e a chiudere la conversazione Skype. La donna è riuscita a trovare il numero di telefono dove era partita la chiamata Skype, consegnandolo alla Polizia Postale, che è riuscita a risalire all’uomo, un postino di 40 anni.

cremona-abusi-minori

L’ARRESTO DEL POSTINO: LE ACCUSE

Quando sono entrati per la perquisizione in casa dell’uomo, la Polizia ha trovato in possesso dello stesso materiale pedopornografico e foto di ragazzine e ragazzi minorenni.  a quanto emerso dagli atti d’indagine della Polizia postale, l’uomo si fingeva donna per adescare minorenni e indurli a compiere atti sessuali in webcam. L’uomo è stato arrestato e dovrà rispondere di accusa di violenza minorile, furto d’identità e istigazione sessuale su minori. Le indagini della Polizia Postale di Bari proseguono avendo sequestrato altro materiale informatico sempre in possesso dell’uomo.

Scritto da Marco Costanza

Nato ad Avellino nel 1989, aspirante giornalista. Amo e seguo lo sport a 360° ma mi occupo anche di altri settori. Vanto uno stage a Sky Sport 24, un Master in Giornalismo e altre esperienze con testate giornalistiche importanti.

Cosa ne pensi?

0 punti
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%