Bene ma non benissimo: Trama e Cast

mandelli-e1524232917634

Sono iniziate a Torino le riprese del film Bene ma non benissimo, che segna l’esordio alla regia di Francesco Mandelli.

Il film sarà girato quasi interamente nel capoluogo piemontese e le riprese dovrebbero concludersi alla fine di questo mese.

Trama di Bene ma non benissimo

Il lungometraggio racconta la storia di Candida, una ragazzina orfana di madre che, insieme al padre, vive in un piccolo paesino a sud della Sicilia. Per una serie di complicanze la ragazzina e il padre devono trasferirsi a Torino ma, sorge il problema della scuola Siamo a metà anno e certo Candida deve continuare gli studi e così, viene inserita, a metà anno, all’interno di una classe già formata.

La ragazza ha difficoltà ad integrarsi con il gruppo, è un po’ paffutella, le situazioni in classe sono ben consolidate così come le amicizie  e lei non riesce a trovare un varco. Nella sua vita irrompe Jacopo, compagno di classe, torinese di famiglia facoltosa ma bullizzato dai compagni, così come Candida.

Tra i due nasce una profonda amicizia che, inizialmente, il padre di Jacopo non vede di buon occhio, crede infatti che Candida sia solo interessata ai denari di Jacopo ma, dovrà ricredersi presto. Per i due, e soprattutto per la ragazza, Torino passa dall’essere una città odiata ad essere un luogo magico dove vivere avventure fantastiche. Nel cast del lungometraggio troviamo: Francesca Giordano (che vediamo nella serie La mafia uccide solo d’estate – La serie) Ian Schevchenko nel ruolo del coprotagonista, Euridice Axen, Gioele Dix, Giordano De Plano, Gisella Donadoni, Ugo Conti, Rosario Terranova, Emanuele Succa, Luca Zunic, Francesco Bottin e il rapper Shade in un cameo nel ruolo di se stesso.

Il film racconta una storia molto attuale, quella del bullismo nelle scuole italiane. Prendendo spunti dai fatti di cronaca (anche se il film di Mandelli avrà un lieto fine) la storia si dipana tra mille difficoltà e mille risvolti fino a giungere ad una conclusione vittoriosa.

Scritto da Silvestra Sorbera

Silvestra Sorbera, classe 1983, piemontese di origini siciliane, è una giornalista e autrice di racconti e romanzi. Ha pubblicato nel 2009 “La prima indagine del Commissario Livia” e a maggio del 2016 la seconda indagine dal titolo “I fiori rubati” con la casa editrice LazyBOOK.
Nel 2013 ha realizzato la favola per bambini “Simone e la rana”, e il saggio letterario – cinematografico “La forma dell’acqua. Camilleri tra letteratura e fiction”. Nel 2014 pubblica con la casa editrice LazyBOOK i racconti “Vita da sfollati” e a seguire “Sicilia” e “La guerra di Piera” e a dicembre 2016 il romanzo autobiografico “Diario per mio figlio”.
A giugno 2016 con la casa editrice PortoSeguo il romanzo “Sono qui per l’amore”. Nel 2017 pubblica il racconto lungo new adult “Un amore tra gli scogli” e la favola “Simone e la rana. Viaggio nel castello stregato”.

Festiival di Cannes 2018 - Locandina

Festival di Cannes 2018: Giuria, Film e Italiani in Concorso

Milano droga

Operazione antidroga a Milano: coinvolti vip e modelle