Botti sequestrati a Napoli, nascosti tra la frutta per Capodanno

botti-sequestrati-napoli-cipolle

Sequestrati oggi a Napoli dei botti per Capodanno assolutamente illegali, nascosti tra la frutta in una bottega gestita da un 50enne, finito in manette per detenzione e commercio di materie esplodenti non regolari. Erano nascosti tra la frutta, ma una vasta retata dei carabinieri in tutte le zone più famose per la vendita di questi prodotti a Napoli ha portato a sequestri a raffica.

Tra gli oggetti esplosivi contenuti nell’ortofrutta vi erano bombe da lancio con mortaio, razzi e batterie esplosive, tutti pronti per essere venduti in occasione del capodanno. Sequestrate anche 104 “cipolle”, chiamate così per la forma che ricorda quella dell’ortaggio, in questo caso detenute da una 70enne in una bancarella, anche lei finita in manette.

botti-illegali-napoli

E’ da diversi giorni che le forze dell’ordine del capoluogo campano si stanno impegnando per riuscire a evitare i soliti tragici bilanci dell’1 gennaio, tra dita perse, e addirittura feriti gravi e morti. Manca ormai solo un giorno alla notte in cui diversi botti, purtroppo anche illegali, saranno sparati.

Scritto da Giorgio Billone

Sono nato e vivo a Palermo, dove studio Scienze della Comunicazione. Grande appassionato di cinema e sport, ma senza tralasciare cronaca e televisione. Qualcuno che la sa lunga ha detto: "Una notizia dovrebbe essere come una minigonna su una bella donna. Abbastanza lunga per coprire il soggetto, ma abbastanza breve per essere interessante".

vino-legge-302

Vino, nuove leggi per la produzione dal 2017

Enrico Mentana Patente Ritirata? E’ una Bufala, non l’ha mai presa