Camorra, il clan Matrone a Processo: i Nomi dei rinviati a giudizio

giustizia-aula-tribunale

Stamattina il Tribunale di Salerno ha emanato la sentenza in merito alla vicenda che vedeva coinvolto l’intero clan Matrone: 20 le persone rinviate a giudizio, 2 richieste di abbreviato ed un patteggiamento. Ecco tutti i nomi dei coinvolti per diverse accuse di traffico di droga, usura, estorsione e gestione dei videopoker nel territorio dell’agro-nocerino condotto da vecchi affiliati della camorra, imprenditori e da un vigile urbano.

CHI HA PATTEGGIATO E CHIESTO IL RITO ABBREVIATO: I NOMI

La sentenza è stata emanata dal sostituto procuratore di Salerno, Vincenzo Montemurro, che ha così messo alle sbarre quasi l’intero clan Matrone imputato in questa vicenda. Gli inquirenti avrebbero anche scoperto come alcune forze dell’ordine locale avrebbero anche aiutato gli imputati a svolgere atti malavitosi. Quindi, dopo il processo, ecco la sentenza a riguardo delle persone imputate: hanno chiesto il rito alternativo dell’abbreviato Francesco Matrone alias Franchino ‘a belva e il figlio Antonio detto Michele Matrone. Patteggia la pena il collaboratore di giustizia Saverio Tammaro alias “morra barone”.

tribunale-salerno

I NOMI DI COLORO CHE SONO STATI RINVIATI A GIUDIZIO

I rinviati a giudizio invece sono oltre 20 e sono: Angelo Amitrano (di cui il clan si sarebbe servito per riciclare nella vendita di autovetture i soldi guadagnati con la droga), Vincenzo Arcamone, Mario Cerbone alias ”o fravules”, Mario Cipriano alias “oplà avvocato”, Ferdinando Cirillo, Luca Coppola alias “Lucariello”, Giuseppe D’Aniello alias “Giovanni o capitano”, Generoso Di Lauro alias “Giggino”, Anna D’Isidoro, l’imprenditore Luigi Giugliano, Biagio Iaquinandi, Alfonso Matrone, Pasquale Matrone, Vincenzo Nappo alias ” o nonno”, Domenico Pagano alias “Mimì Pagano”, Nicola Percuoco alias “Nicola a cantina”, il vigile Ferdinando Raiola (cugino di Giugliano), Francesco Paolo Spagnuolo, Vincenzo Starita alias “A Strega” e Raffaele Vitiello.

 

 

Scritto da Marco Costanza

Nato ad Avellino nel 1989, aspirante giornalista. Amo e seguo lo sport a 360° ma mi occupo anche di altri settori. Vanto uno stage a Sky Sport 24, un Master in Giornalismo e altre esperienze con testate giornalistiche importanti.

allarme-bomba-anversa

Allarme Bomba ad Anversa: evacuato grattacielo della banca Kbc

pastificio-rummo-benevento

Pastificio Rummo, via al Concordato Preventivo: salvata dal Fallimento