Capodanno 2017 Milano, misure antiterrorismo in piazza Duomo

Occhio vigile con un apposito piano antiterrorismo anche a Milano per il Capodanno 2017. La città meneghina ha cercato di mettere a punto un sofisticato piano a partire da piazza Duomo.

Infatti la principale piazza milanese sarà sede di ritrovo di migliaia di persone che vogliono trascorrere all’aperto l’ultimo dell’anno, così da brindare al nuovo anno e finché vada tutto per il meglio si è deciso di utilizzare tutti gli strumenti tecnologici più moderni per evitare che una serata di festa e all’insegna dell’allegria si possa tramutare poi in qualcosa di diverso. E così il piano firmato dal questore Antonio De Iesu è uno di quelli più all’avanguardia.

Gli agenti infatti gireranno con telecamere ad alta definizione e quelli in borghese avranno anche uno speciale smartphone che manda in diretta le immagini di quello che sta succedendo nei luoghi scelti da sorvegliare. Il ruolo più importante nella città meneghina come spigato dal questore nella conferenza stampa di saluti di fine anno lo avranno proprio questi agenti in borghese che in circa 40 si aggireranno tra la folla presente al concertone in piazza Duomo.

“Questi agenti scelti gireranno con degli smartphone di ultimissima generazione che utilizzano la tecnologia Lte e che ci permetteranno di vedere in diretta quello che accade in un certo luogo direttamente da chi si trova sul posto nella nostra sala operativa. E’ una tecnologia che opera su piattaforma Telecom che attiviamo solo in occasione di grandi eventi e grazie a una parte esclusiva della banda di trasmissione ci permette di avere immagini nitide senza soffrire del sovraccarico della rete”, ha spiegato De Iesu.

milano-misure-antiterrorismo

Ma naturalmente a essere sorvegliato per il meglio è l’intero capoluogo lombardo. Nulla è stato lasciato al caso e agenti di polizia in borghese e non saranno presenti in tutti i luoghi dove si prevede l’assembramento di folla per trascorrere in compagnia l’ultimo dell’anno.

Scritto da Nicola Salati

Scrivere una passione che poi è diventato un vero e proprio mestiere. Dal 2008 giornalista professionista cerco di raccontare quello che succede nel locale per poi spaziare nel globale, ma sempre considerando i punti fermi che deve avere un abile cronista: mai distaccarsi dalla realtà dei fatti ed essere puntuale e preciso evitando interpretazioni e opinioni.

misure-antiterrorismo-italia

Capodanno 2017 Roma, Circo Massimo e Colosseo misure antiterrorismo

mattarella-discorso-fine-anno

Mattarella discorso di fine anno, questa sera a reti unificate