Catania allagata oggi, Video delle alluvioni

catania-piazza-duomo-allagata

Catania si è svegliata completamente allagata oggi, diversi i danni provocati dalle alluvioni. A causa delle forti piogge abbattutesi sul capoluogo etneo fin dalle prime ore di martedì 6 dicembre, la Protezione Civile ha lanciato l’allerta meteo con codice arancione: il rischio di fenomeni temporaleschi di forte intensità non è affatto scampato e per tale ragione è stata consigliata massima prudenza ai cittadini residenti a Catania e Provincia.

Piogge alluvionali si sono abbattute sul versante ionico della Sicilia, e soprattutto sulle città della Provincia di Catania, già nelle primissime ore di martedì 6 dicembre: delle vere e proprie bombe d’acqua hanno colpito in particolar modo Acireale, in Provincia di Catania, e Augusta, Provincia di Siracusa. Diversi i danni provocati con strade completamente allagate, traffico in tilt: sono stati registrati infatti degli accumuli pluviali fino a 250mm che nella notte tra il 6 e 7 dicembre si sono incrementati di 60 mm.

Diverse sono le strade allagate anche a Catania. In alcune vie l’acqua ha raggiunto un’altezza di circa 10 cm, bloccando i cittadini all’interno delle proprie abitazioni. Allagata anche la via principale della città, la via Etnea: un vero fiume in piena di cui vi mostriamo il video.

Tale situazione ha indotto i Sindaci di alcuni Comuni a disporre la chiusura delle scuole per il giorno di mercoledì 7 dicembre. I Comuni in questione sono: Acireale, Aci Catena, Aci Sant’Antonio, Aci Castello, Pedara, Viagrande, Nicolosi, Mascalucia, Belpasso, Trecastagni e Tremestieri Etneo nella Provincia di Catania; Augusta in Provincia di Siracusa e Taormina in Provincia di Messina.

Problemi sono stati riscontrati ieri anche sull’autostrada A18: in direzione Catania-Messina, diverse sono state le uscite chiuse a causa di allagamento. Aumentando così i problemi di viabilità. La pioggia non ha accennato a placarsi per tutta la notte e prosegue anche in queste ore. Non è escluso che l’allerta sul versante ionico della Sicilia possa proseguire anche fino a domani, giovedì 8 dicembre 2016.