Ceres Elezioni: Birra Gratis se hai votato

Ceres regalerà in alcuni bar una birra gratis a chiunque si presenti con la tessera elettorale timbrata. Dall’azienda dicono: “È per combattere l’astensionismo”.

Ceres Birra Gratis Elezioni

Una birra gratis dopo il voto? Sembra assurdo ma questa sarà la nuova campagna pubblicitaria di Ceres nel weekend delle Elezioni Politiche 2018. In alcuni bar convenzionati, infatti, sarà possibile – presentando la tessera elettorale timbrata – ottenere una Ceres gratuita.

“Una misura contro l’astenzionismo” si legge nel comunicato stampa diramato dall’azienda. E ancora: “È un’iniziativa di valore simbolico – attiva solo in alcuni bar convenzionati in tutta Italia – ma allo stesso tempo concreta, con cui Ceres si fa paladina di un messaggio molto
importante: se deleghiamo agli altri la responsabilità del voto, poi non ci possiamo lamentare”.

Birra gratis dopo le elezioni, lo scopo dell’iniziativa

Spiegano con ironia dall’azienda: “Quella di Ceres, una birra in cambio di un voto, sarà probabilmente la prima promessa elettorale mantenuta in real time. Basterà una birra gratis, e l’opportunità di berla al bar stringendosi ad altri disillusi “redenti”, per convincere qualche astensionista? In Ceres scommettono di sì. Del resto, in
democrazia, anche un solo voto può fare la differenza”

Chissà se questa divertente iniziativa riuscirà a smuovere gli italiani dalla pigrizia elettorale e magari abbassare, anche solo di qualche migliaio la percentuale monstre di astensione prevista al 30% secondo gli ultimi sondaggi.

Ceres Birra Gratis, i Bar Convenzionati

I Bar che offrono il servizio sono presenti in tutta Italia in piccolo numero. La pagina facebook di Ceres, che risponde in privato ad ogni messaggio, segnala volta per volta i locali convenzionati in base alla zona in cui ci si trova. Intanto ecco i tre bar presenti a Roma che aderiscono all’iniziativa.

Roma:

– Antico Bar Dazio, via Cassia 1747
– Chiringuito San Paolo, largo Beato Placido Riccardi
– Bigben, via Tiburtina 1383

 

Napoletano di nascita, attualmente vivo a Roma. Giornalista pubblicista, mi definisco idealista e sognatore studente di Storia presso l'Università di Roma Tor Vergata. Osservatore silenzioso e spesso pedante della società attuale. Scrivo di ciò che mi interessa: principalmente politica, cinema e temi sociali.