Chapecoense, aereo precipitato per mancanza di benzina

Diego Godin, Carlos Baca
CORRECTS TO DELETE THE NUMBER OF PASSENGERS - In this Wednesday, Nov. 23, 2016, file photo, players of Brazil's Chapecoense celebrate at the end of a Copa Sudamericana semifinal soccer match against Argentina's San Lorenzo in Chapeco, Brazil. A chartered aircraft with passengers including players from Chapecoense, heading to Colombia for a regional tournament final, has crashed on its way to Medellin's international airport in Colombia, Medellin's Mayor Federico Gutierrez and Medellin's airport said Tuesday, Nov. 29. (AP Photo/Andre Penner, File)

Il British Aerospace 146, con a bordo la squadra di calcio brasiliana di Chapecoense, è precipitato perché aveva poca benzina. Questo quanto dichiarano gli investigatori.

Il disastro aereo accaduto lo scorso 28 novembre, della compagnia aerea Lamia, ha ora una spiegazione. Pare che il British Aerospace 146 con a bordo la squadra di calcio brasiliana, fosse rimasto a secco di carburante e in sovrappeso, per questo motivo è precipitato al suolo. Questo è ciò che emerge dalle ricerche e la relazione preliminare presentata oggi dall’aeronautica civile della Colombia.

Da quanto scoperto dalla scatola nera dell’aereo, pare che pilota e copilota fossero coscienti del problema. Risulta infatti che i due uomini abbiano discusso sulla possibilità di fare uno scalo d’emergenza a Leticia (Colombia) o Bogotà, perché il carburante non sarebbe stato sufficiente per arrivare a destinazione.

squadra-brasiliana-aereo-precipitato

Nonostante il carburante fosse al limite, il volo è proseguito senza alcuno scalo, fino a precipitare. Il Segretario della sicurezza aerea Aerocivil, colonnello Freddy Bonilla, ha dichiarato: “Pilota e Copilota erano consapevoli del fatto che il carburante che avevano non era adeguato o non sarebbe stato sufficiente. Inoltre – ha aggiunto il funzionario– l’aereo conteneva un peso maggiore rispetto a quello prescritto per legge.”. Un disastro che poteva forse essere evitato.

nalbero-napoli

N’Albero a Napoli, in 100mila hanno visitato l’attrazione alla Rotonda Diaz

toto-cutugno-armata-rossa

Toto Cutugno doveva essere con l’Armata Rossa, sull’aereo caduto nel Mar Nero