Chi è Erling Haaland, l’attaccante del Borussia Dortmund

Haaland ha realizzato nella stagione attuale la bellezza di 37 reti, 10 gol in sette partite di Champions League, 11 gol in sette partite da quando è approdato al Borussia Dortmund

Chi_è_erding_haaland
Foto Facebook

Gli ottavi di andata di Champions League si sono aperti nel segno di Erling Braut Haaland, il baby fenomeno del Borussia Dortmund che sta impressionando a suon di gol nonostante la giovanissima età. Acquistato a gennaio dai tedeschi, l’ariete norvegese si è imposto con una doppietta nel match di andata contro il Paris Saint Germain, collocandosi in vetta alla classifica marcatori in coabitazione con Robert Lewandowski del Bayern Monaco, che aveva dominato la fase a gironi della ‘Coppa dalle grandi orecchie’.

Chi è Erling Haaland

Haaland è nato a Leeds il 21 luglio 2000. Dopo essersi fatto le ossa sui campi di calcio delle leghe minori, Haaland viene ingaggiato dagli austriaci del Salisburgo il 18 agosto 2018. Il 12 maggio dello stesso hanno esordisce da titolare contro il LASK, segnando anche la sua prima rete nel successo 2-1 della sua squadra.

Il battesimo di fuoco in Champions League avviene il 17 settembre 2019 contro il Genk: l’attaccante non solo esordisce nella competizione a soli 19 anni, ma colleziona una tripletta nei primi 45 minuti di gioco, diventando così il secondo giocatore più giovane, dopo Wayne Rooney, a realizzare una tripletta all’esordio nella massima competizione europea. In più, Haaland è il terzo più giovane a compiere questo record, come un certo Raúl che realizzò una tripletta in una gara di Champions, a 18 anni.

Da lì in poi il norvegese ha collezionato uno score realizzativo davvero importante che impressionato i club europei più blasonati, tra cui Juventus e Manchester United. Alla fine l’ha spuntata, però, il Borussia Dortmund, che ne ha ufficializzato il trasferimento il 29 dicembre 2019, dopo aver pagato la clausola rescissoria da 20 milioni di euro presente nel suo contratto.

Haaland ha realizzato nella stagione attuale la bellezza di 37 reti, dieci gol in sette partite di Champions League, undici gol in sette partite da quando è approdato al Borussia Dortmund. Oltremodo, è anche diventato il primo giocatore a segnare in UEFA Champions League per due squadre diverse nella stessa stagione.

Perché non è andato alla Juventus

Erling Haaland ha deciso di non bruciare le tappe optando quindi per un percorso più naturale: ha sempre chiesto al suo entourage di lasciare l’Austria solo per un club che gli avrebbe garantito la titolarità e un ruolo da protagonista in Champions League. Da parte sua, ha sempre apprezzato il corteggiamento della Juventus, disposta a fare follia pur di ingaggiarlo ma, d’altro canto, ha voluto evitare la concorrenza nel reparto avanzato bianconero con gente come Ronaldo, Dybala e Higuain.  Motivi che hanno spinto il giocatore classe 2000 ha optare per il Borussia, in cui poter crescere tranquillamente, giocare ed essere protagonista.

Caratteristiche tecniche

Buona tecnica, velocità, forza fisica e fiuto del gol rendono Haaland un attaccante moderno. Grazie ai suoi 194 cm, dotato di un mancino micidiale, Haaland non solo è un ottimo colpitore di testa, ma è anche bravo infilarsi negli spazi lasciati dalle difese avversarie, oltre ad avere una buona visione di gioco. Si ispira molto a Zlatan Ibrahimovic e, nell’estate 2019 è stato indicato dall’UEFA come uno dei 50 giovani più promettenti per la stagione attuale.

Palermitana d'origine, amo scrivere di tutto e osservare la realtà a 360 gradi.