Classe AAA: significato, cosa indica e quanto consuma

Come funzionano le classi energetiche sugli elettrodomestici? Ecco a cosa equivale la classe AAA e quanto consuma.

classe aaa

Quando si compra un elettrodomestico di qualsiasi tipo è ormai prassi comune, visti i regolamenti europei, esporre un’etichetta con l’efficienza energetica del macchinario. In altre parole, tutti gli elettrodomestici vengono classificati in base a quanto consumano.

Le etichette vengono apposte con lo scopo di invogliare il consumatore a comprare cose che consumano di meno e hanno un minor impatto sull’ambiente. Non tutti i prodotti, però, vengono etichettati. Molti hanno un consumo così basso da non impattare sull’ambiente. Ecco alcuni esempi:

Elettrodomestici soggetti a classificazione eneregetica

  • Aspirapolvere
  • Condizionatori e climatizzatori
  • Televisori
  • Forni elettrici
  • Lampadine
  • Lavastoviglie
  • Lavatrici
  • Asciugatrici
  • Frigoriferi
  • Congelatori

Elettrodomestici non soggetti a classifcazione energetica

  • Asciugacapelli
  • Stufe elettriche
  • Bollitori
  • Tostapane
  • Microonde
  • Piastra per capelli
  • Piani di cottura elettrici

Significato classe AAA: come viene stabilita

Il formato del 1996 prevedeva che le classi andassero da A a G, con A il più efficiente e G il meno efficiente. I prodotti e gli elettrodomestici, però, si sono evoluti e la scala si è ridotta in due versioni. Nella versione 2017 dell’etichetta la classificazione va da A++ a E, mentre la versione 2020 funziona da A+++ a D.

Questa è la versione ufficiale dell’etichetta. A volte, però, si nota che su etichette di lavatrici o elettrodomestici simili compaia anche la scritta classe AAA. Il prodotto con questa sigla è ovviamente di ultima tecnologia e comporta un risparmio di elettricità, ma le tre lettere possono trarre in inganno.

classe aaa

AAA dovrebbe riferirsi alla doppia classe A ovvero A+ mentre l’ultima lettera dovrebbe essere un’indicazione sull’eccellenza della qualità di lavaggio che non incide sul consumo dell’acqua o sul consumo della corrente elettrica. Ad ogni modo nel caso particolare delle lavatrici, da poco si sta passando dalla vecchia etichetta A-G a quella A++ – E, quindi la classe AAA risulta essere ottima.

Lavatrici Classe AAA: quanta elettricità consumano?

Se intendiamo con AAA il corrispondente A+, ci sono dei valori di riferimento sul consumo medio annuo di elettricità espressi in kWh per un uso medio. Per le lavatrici questo è il prospetto per capienza.

  • Capienza 4kg: 141 kWh/anno
  • Capienza 5kg: 169 kWh/anno
  • Capienza 6kg: 197 kWh/anno
  • Capienza 7kg: 225 kWh/anno
  • Capienza 8kg: 252 kWh/anno
  • Capienza 9kg: 280 kWh/anno
  • Capienza 10kg: 308 kWh/anno

Il consumo, quindi, si può dire più che ottimo. Ad ogni modo è sempre meglio considerare la lavatrice sul punto più alto della scala per favorire il risparmio energetico ed il risparmio economico sulla bolletta della luce.

 

Scritto da Matteo Squillante

Napoletano di nascita, attualmente vivo a Roma. Idealista e sognatore studente di Lettere presso l’Università di Roma Tor Vergata. Osservatore silenzioso e spesso pedante della società attuale. Scrivo di ciò che mi interessa, principalmente politica e temi sociali.
Twitter: @MattSquillante

leggedibilancio

Manovra di bilancio oggi: Pensioni e reddito di cittadinanza

Sciopero Mezzi Torino 8 Giugno

Sciopero Mezzi GTT Torino 7 Dicembre: Orari, Linee e ZTL