Come scegliere il primo apparecchio acustico economico: alcuni consigli

listening-3079065_1280

L’offerta di apparecchi acustici è davvero vasta. Ogni modello ha infatti una fascia di prezzo e alcune caratteristiche fondamentali: scegliere quello più adatto per il proprio disturbo è molto importante per ottimizzare l’investimento ed evitare disagi. Ecco alcuni parametri da tenere in considerazione quando si sceglie il primo apparecchio acustico

Dopo la diagnosi di uno specialista e dopo aver concluso tutti gli esami audiometrici del caso, potrebbe essere necessario acquistare un apparecchio acustico per migliorare la qualità dell’udito. In base alle caratteristiche indicate dal medico, quindi, bisogna scegliere un apparecchio funzionale e di buona qualità. Sul mercato sono centinaia i modelli più popolari fra cui scegliere (per farsi un’idea è possibile consultare la pagina: https://www.earpros.com/it/blog/apparecchi-acustici-a-prezzi-accessibili). Oggi è possibile acquistare un buon apparecchio a prezzi molto contenuti rispetto al passato. Vediamo quali sono i modelli più popolari e più acquistati in Italia.

Apparecchi acustici per ipoacusia

L’ipoacusia è una riduzione o perdita del senso dell’udito che può presentarsi in forma lieve o severa. I migliori apparecchi acustici indicati specificamente per questa patologia sono i seguenti:

  • Phonak Lyric, un apparecchio discreto e ben integrato con l’anatomia dell’orecchio. Può essere utilizzato anche per periodi prolungati (fino a 120 giorni) e non interferisce con le attività quotidiane più comuni.
  • Starkley SoundLens, si tratta di un apparecchio praticamente invisibile che offre un’esperienza d’ascolto superiore. Riduce drasticamente fischi e ronzii, ma soprattutto dà l’opportunità di cogliere tutte le sfumature acustiche, anche di rumori lontani.
  • Signia Motion NX, un apparecchio BTE molto versatile, indicato soprattutto per le forme più gravi di ipoacusia. Offre un’ottima percezione del parlato, normalizzando la maggior parte delle conversazioni quotidiane. È ampiamente utilizzato in quanto può essere regolato in autonomia tramite una pratica app. Signia, poi, offre un servizio di assistenza continua al cliente, molto utile specialmente durante i primi periodi di utilizzo.

Apparecchi acustici per perdita d’udito

In caso di diagnosi relativa a perdita d’udito, invece, è consigliabile valutare l’acquisto di uno dei seguenti modelli. Questi prodotti sono pensati per essere comodi e realizzati per integrarsi al meglio con i propri impegni quotidiani (lavorativi, sportivi, hobbystici). Ecco quali sono:

  • Oticon Ruby, è un apparecchio BTE che – in base al modello – copre le più diverse esigenze relative alla perdita d’udito. In particolare riduce il rumore ambientale e previene i fischi più fastidiosi. Essendo un apparecchio dotato di connettività Bluetooth permette poi direttamente di ascoltare telefonate e streaming musicale. Ideale soprattutto per chi frequenta spesso luoghi pubblici e luoghi lavorativi (come l’ufficio, ad esempio).
  • Phonak Virto, dispositivo endoauricolare che è totalmente invisibile dall’esterno. Essendo realizzato in titanio medicale è ipoallergenico e privo di rischi. È pienamente autonomo, quindi regolerà in automatico le sue funzioni in base all’ambiente in cui ci si trova. Penserà a tutto l’avanzato sistema operativo AutoSense OS™.
  • Oticon Siya, è fra i dispositivi migliori in commercio (relativamente alla fascia economica). È infatti discreto, durevole e funzionale per lavoro, vita privata e sport. Permette di concentrarsi al meglio sulle conversazioni e l’autonomia della batteria è decisamente lunga.