Compleanno Gabriele Cirilli, compie 50 anni

Gabriele-Cirilli

Traguardo importante per Gabriele Cirilli, popolare attore comico del piccolo schermo, che oggi festeggia il suo cinquantesimo compleanno. Nel corso della sua carriera ha preso parte a numerose trasmissioni televisive, sketch comici e pellicole di successo, interpretando alcuni personaggi molto amati dal pubblico.

GABRIELE CIRILLI: LA BIOGRAFIA

Nato il 12 giugno del 1967 a Sulmona, in provincia de L’Aquila, Gabriele Cirilli si avvicina al mondo dello sin da giovanissimo, frequentando il Laboratorio di esercitazioni sceniche del maestro Gigi Proietti. Successivamente inizia a collezionare le prime apparizioni teatrali e cinematografiche, ma il grande successo arriva in televisione con “Zelig”, grazie al celebre tormentone “Chi è Tatiana?”. Nel 2009 recita nel cast di “Un medico in famiglia”, interpretando il ruolo di Dante Piccione. Negli anni ha recitato in numerose pellicole, da “In nome del popolo sovrano” a “Dio vede e provvede”, passando per “Assunta spina”, “Scoop”, “Gole ruggenti”, “Un bugiardo in paradiso”, “La città invisibile”, “Notte prima degli esami ’82”, “Volare – La grande storia di Domenico Modugno”, “Buona giornata” e “Matrimonio al sud”. 

GABRIELE CIRILLI: I SUCCESSI TELEVISIVI

Nel corso della sua fortunata carriera ha recitato in numerose pellicole, tra cui ricordiamo: “Zelig”, “Belli dentro”, “Ballando con le stelle”, “Zecchino d’Oro”, “L’anno che verrà”, “Red or black – Tutto o niente”, “Ti lascio una canzone”, “Eccezionale veramente” e “Tale e quale show”, dove ha riproposto in chiave ironica numerosi personaggi provenienti dal mondo dello spettacolo.

Scritto da Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica e spettatore interessato di tutto ciò che è intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

francesco-renga

Francesco Renga Compleanno: oggi compie 49 anni

PippoBaudo-Sanremo2018

Sanremo 2018: rumors sulla conduzione… e se tornasse Pippo Baudo?