Massimo Ranieri Buon Compleanno: oggi sono 66 anni

massimo ranieri

Oggi è un giorno speciale per Massimo Ranieri, popolarissimo cantante ed attore italiano, che oggi festeggia il suo quarantacinquesimo compleanno. Nel corso della sua longeva carriera ha pubblicato trentuno dischi, numerose canzoni di successo, venduto oltre quattordici milioni di dischi nel mondo e partecipato sei volte al Festival di Sanremo, vinto nel 1988 con la celebre “Perdere l’amore”.

MASSIMO RANIERI: LA BIOGRAFIA

Nato a Napoli il 3 maggio del 1951, Giovanni Calone cresce nel quartiere San Ferdiando, appassionandosi al canto ed esibendosi in diversi locali della sua città. Viene notato dal discografico Gianni Aterrano, che lo porterà in giro per il mondo come spalla del noto cantante Sergio Bruni. All’età di quindici anni debutta a Canzonassima, vincendo l’anno successivo il Cantagiro. Nel ’68 approda al Festival di Sanremo con il brano “Da bambino” e nel ’69 con “Quando l’amore diventa Poesia”. Il successo arriva lo stesso anno, grazie al brano “Rose rosse”, che si stabilizza per settimane ai vertici delle classifiche. A partire dagli anni ’70 comincia la sua attività recitativa, partecipando a numerosi musicarelli e film di successo, come: “Metallo”, “Salvo D’Acquisto”, “Con la rabbia negli occhi”, “La patata bollente”, “Atto d’amore”, “Il carabiniere”, “Volare!”, “Ama il tuo nemico”, “L’ultimo Pulcinella”, “Filomena Maturano”, “Napoli Milionaria” e “Passione”.

MASSIMO RANIERI: I SUCCESSI DISCOGRAFICI

Tra le canzoni di successo realizzate nel corso della sua carriera, ricordiamo: “Rose rosse”, “Da bambino”, “Via del conservatorio”, “Quando l’amore diventa poesia”, “Se bruciasse la città”, “Erba di casa mia”, “Vent’anni”, “Chi sarà con te”, “L’amore è un attimo”, “pietà per chi mi ama”, “Ti penso” e “Ti parlerò d’amore”.

Scritto da Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica e spettatore interessato di tutto ciò che è intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.