Comunarie M5S Genova, Beppe Grillo Garante

Beppe Grillo Comunarie Genova

Niente spazio per chi non è d’accordo. Beppe Grillo si conferma garante delle regole nel Movimento 5 Stelle e ribadisce che continuerà nella sua linea di intransigenza. Il comico quindi si candida a garante delle Comunarie M5S a Genova.

“Una democrazia senza regole non è una democrazia. Noi abbiamo le nostre regole. Io sono il garante e le faccio rispettare, chi non è d’accordo si faccia un altro partito”, ha detto il comico, che al termine dell’incontro alla Camera ha abbracciato i due parlamentari più noto del M5S Alessandro Di Battista e Luigi Di Maio. Le parole di Beppe Grillo arrivano a pochi giorni dalla sostituzione del candidato sindaco a Genova. La vincitrice delle Comunarie, Marika Cassimatis, è stata così scomunicata dal M5S. La senatrice del Movimento, Paola Taverna, ha confermato la piena fiducia nella scelta: “È una decisione presa dal blog, ha parlato e a noi va bene così”, ha affermato.

alessandro-di-battista

BEPPE GRILLO CRITICATO SULLE COMUNARIE

Dal Partito democratico è arrivata subito una pioggia di critiche nei confronti della posizione di Grillo. “Garante, regole, blog? Parole al vento. Grillo è l’incarnazione del despota, l’unico a decidere e tutti gli altri zitti”, ha affermato il deputato del Pd, Emanuele Fiano. E il senatore dem, Andrea Marcucci, ha rincarato la dose: “Grillo rivendica la totale assenza di regole e di democrazia nel M5S. A Genova come ovunque in Italia. Cè solo la voce del padrone. È l’ora che i sinceri democratici ed i cultori della deriva autoritaria si facciano sentire”.

paola-perego

Parliamone Sabato Chiude, la Rai cancella il programma di Paola Perego

carmen-consoli

Carmen Consoli a Milano, Scaletta Concerto 2017 (20, 21, 22 e 24 Marzo)