Coronavirus in Spagna: numero contagiati, città isolate e eventi cancellati

Coronavirus: in Spagna si attua un piano per l’economia e la sanità, scuole chiuse in tutto il paese, manovre di isolamento in Catalogna. Il Codiv-19  arriva al governo, ministri contagiati.

coronavirus spagna casi

Partono le manovre di isolamento a causa del coronavirus e chiudono le scuole in Spagna dove il numero dei contagiati da Covid-19 continua ad aumentare e ha già superato i 3142 casi con 84 morti. Sono invece 189 i pazienti dimessi.
Il primo caso di morte per Covid-19 risale al 3 marzo, una donna di 99 anni nella città madrilena.

Da allora il numero di contagiati è salito velocemente concentrandosi soprattutto nella zona di Madrid seguita dai Paesi Baschi, Catalogna, La Rioja, Andalusia e Castilla la Mancha. Il governo spagnolo sta attuando una serie di misure volte alla salvaguardia dell’economia e regolamenti restrittivi al fine di contenere l’espansione del coronavirus.

Misure economiche per ripristinare i danni causati dal coronavirus

“Si tratta di un’emergenza sanitaria, ma anche economica” sostiene il presidente del governo Pedro Sánchez.  Il segretario del Partito Socialista Operaio Spagnolo (PSOE) ha presentato un piano per far fronte al coronavirus. Le misure da adottare sono state discusse durante un consiglio di ministri straordinario che si è tenuto in videoconferenza.

coronavirus borse economia

Queste prevedono il versamento di liquidità pari a 14000 milioni per rilanciare l’economia, 3800 milioni per rafforzare la sanità pubblica, e 400 milioni per aiutare i settori più penalizzati, il turismo e il trasporto. Misure di emergenza prevedono un impiego totale di 18225 milioni, 1.5% del PIL spagnolo.

Il piano ha incontrato le critiche del leader del Partido Popular, Pablo Casado che accusa il governo di “reagire in ritardo“.
Opinione condivisa dal giornalista Antonio Martinez Rón:

Seguiamo lo stesso percorso dell’Italia. Il coronavirus è stato preso alla leggera fino a pochi giorni fa quando è iniziato a crescere il contagio.

Divieti e misure di isolamento per contenere il numero dei contagiati da coronavirus in Spagna

In tutta la Spagna le scuole rimarranno chiuse per 15, giorni, dal 11 al 26 di marzo in seguito alla raccomandazione del governo che lascia a casa  9.5 milioni di studenti.

Il governo catalano ordina l’isolamento di quattro comuni di Barcellona (Igualada, Vilanova de Camì, Santa Margarida de Montbui e Òdena) dove si contano 49 contagiati  da coronavirus e 3 morti. La restrizione coinvolge 70000 abitanti. Il sindaco di Madrid, José Luis Martínez-Almeida ha chiesto ai cittadini di restare in casa e di uscire solo se strettamente necessario.

La Spagna ha vietato l’attracco di tutte le crociere turistiche fino al 26 di marzo.
Dal 10 di marzo il Consiglio dei ministri ha vietato i voli provenienti dall’Italia e diretti in Spagna fino al 25 marzo.

Contagiati al governo spagnolo

Le ministre Irene Montero e Carolina Darias sono risultate positive al coronavirus. Anche il leader del partito di estrema destra VOX, Santiago Abascal, risulta positivo al Covid-19, lo ha cofermato lui stesso su Twitter. Gli ultimi aggiornamenti confermano che anche la portavoce del leader di VOX, Macarena Olona è positiva al coronavirus.

Il coronavirus e gli eventi culturali in Spagna

Codiv-19, rimandata la fiera del Libro di Madrid 

La fiera del Libro di Madrid cambia data e dalla primavera si sposterà in autunno. Era stata programmata dal 29 maggio al 14 giugno, si svolgerà invece in ottobre, dal 2 al 18. Conseguenza della sospensione di tutte le attività collettiva al chiuso che coinvolgono più di 1000 persone.
Chiudono anche le biblioteche e i musei e teatri nella capitale spagnola.

coronavirus-spagna-casi-1

Chiuso il Gran Teatre de Liceu di Barcellona 

La Generalità de Catalogna ha annunciato la sospensione della produzione di Lohengrin de Wagner in programma dal 19 marzo al 5 aprile al Gran Teatre del Liceu a Barcellona.
“Le misure preventive rendono impossibile effettuare le prove e mantenere una distanza di sicurezza raccomandata” recita il sito del teatro.
Le 40 biblioteche di Barcellona resteranno chiuse a partire da sabato 14 marzo.

Rischio di contagio, Las Fallas di Valencia si celebrerà d’estate 

Il sindaco di Valencia, Joan Robó ha annunciato che la celebrazione de “las Fallas“, si terrà dal 15 al 19 di luglio.
Las Fallas è una festa tradizionale della comunità valenciana che si celebra a partire dall’ultima domenica di febbraio. Il termine “fallas” indica costruzioni artistiche fatte di materiale combustibile. Il culmine della festa si ha nell’ultima settimana, in particolare dal 15 al 19 di marzo. Bisognerà aspettare luglio per godersi gli spettacoli pirotecnici e bruciare “las fallas” quest’anno.

Il governo sottolinea che le misure prese e le manovre di isolamento sono perfettamente in linea con l’obiettivo stabilito dal Comitato per le emergenze e l‘Organizzazione Mondiale della Sanità al fine di contenere il numero dei contagiati da coronavirus.