Cosa manca a Whatsapp Messenger?

cosa-manca-whatsapp

WhatsApp con un pubblico di oltre 1,5 miliardi di utenti mensili attivi è ancora il più grande instant messenger sul mercato globale.

utenti-attivi-whatsapp

WhatsApp è una semplice applicazione per comunicare con un’interfaccia user-friendly, che al momento praticamente non tenta di monetizzare se stessa, nonostante un accordo di successo con Facebook nel 2014.

I dipendenti del dipartimento di progetti speciali di Admitad ci hanno detto cosa manca a WhatsApp in modo che possa essere utilizzato per scopi commerciali.

  1. Canali

Canali, gruppi, pubblico, comunità tematiche – tutto questo è uno strumento di pubblico di massa che può potenzialmente essere utilizzato per le vendite.

Al momento, gli unici analoghi di canali in WhatsApp sono i gruppi, il numero massimo di partecipanti in cui – 256 persone. Un canale di queste dimensioni può essere adatto per l’insegnante di classe per comunicare con i genitori, ma è troppo stretto per promuovere un negozio online.

C’è un altro problema: solo l’amministratore di gruppo può invitare nuovi membri. Mi piacerebbe anche che l’utente nascondesse il suo numero di telefono da altri membri della comunità. L’apertura dei dati deve essere una scelta consapevole, non imposta dall’esterno. Per lo stesso motivo, a proposito, sarebbe bello aggiungere “chat segrete” con la cancellazione automatica dei messaggi.

  1. Contenuto

Si può notare un importante effetto delle comunità tematiche: le persone trascorrono sempre più tempo nell’applicazione.

user-engagment-whatsapp


La maggior parte delle reti sociali ha nastri e raccomandazioni algoritmici per promuovere nuove comunità. Un’altra domanda è che non tutte le applicazioni consentono di moderare convenientemente il contenuto di questi nastri.

Se le “Raccomandazioni ” sono progettate come un canale separato con un’interfaccia intuitiva, questo eviterà l’inedia di contenuti.

  1. Divertimento

Se hai già trasformato il messenger in un social network, devi avvitarlo con gli attributi corrispondenti che ti consentono di ricevere feedback dagli utenti, ad esempio mi piace, commenti e sondaggi.

Questi elementi non solo consentono di riscaldare l’attività degli utenti attraverso l’interazione, ma assicurano anche la trasparenza degli acquisti. L’utente può vedere le recensioni sul prodotto e lasciare la propria valutazione. Solo un utente non anonimo dovrebbe avere il diritto di lasciare commenti.

Tra l’altro WhatsApp non permette di inviare contenuti video ad un gruppo. Lo puoi mandare solo ad un amico. E prima dovrai scaricare gratis il software special come Freemake per comprimere un video per Whatsapp visto che non è possibile inviare video che superano 16Mb.

  1. Pagamenti

Molti social network che hanno raggiunto un certo stadio di sviluppo, passano ai servizi a pagamento. Con lo sviluppo della tecnologia, ci stiamo abituando a nuovi metodi di pagamento: un paio di anni fa sarebbe sembrato sorprendente pagare in negozio con un semplice tocco del telefono o dell’orologio.

L’introduzione dei pagamenti sulla piattaforma offre opportunità di ulteriore monetizzazione delle comunità attraverso la vendita di beni. E questo non riguarda solo le reti di partner, ma direttamente lo shopping online, progettato sotto forma di comunità.

Indirettamente, ovviamente, i webmaster riceveranno anche i loro bonus.

Se dieci anni fa ogni social network aveva la sua “specialità” (video per Youtube, foto per Instagram, testo per Twitter), ora questo confine è diventato molto sfocato. Quasi tutti i social network hanno acquisito nuovi algoritmi per la promozione e la moderazione dei contenuti.

È necessario prendere dal mondo dei messaggeri tutto il meglio che il mercato può offrire oggi. Ed esso può offrire molto.

WhatsApp vuole rispondere al richiamo del tempo? E se sì, creerà un’applicazione separata per queste esigenze?

Immagino lo scopriremo presto.

Scritto da Matteo Squillante

Napoletano di nascita, attualmente vivo a Roma. Idealista e sognatore studente di Lettere presso l’Università di Roma Tor Vergata. Osservatore silenzioso e spesso pedante della società attuale. Scrivo di ciò che mi interessa, principalmente politica e temi sociali.
Twitter: @MattSquillante

omicidio_suicidio_roma

Omicidio Suicidio a Roma a Ponte Testaccio: muoiono madre e due figlie

the_conjuring_3

The Conjuring 3: Novità, Trama ed Uscita