Una crociera tra i fiordi norvegesi

come fare crociera fiordi norvegesi

Tra le mete che negli ultimi anni stanno riscuotendo un successo sempre crescente la Norvegia è di certo tra le prime della lista. Una natura selvaggia, un clima inclemente che porta ad avere estati brevissime e lunghi inverni, città dalla lunga storia che sono dei veri e propri gioielli. Per visitare la Norvegia si può volare verso la capitale Oslo, una tipica città mitteleuropea, così come decidere di spostarsi verso gli altri principali centri abitati norvegesi, come ad esempio Bergen o Tromso. Uno dei viaggi che però piace in modo particolare ai turisti è la crociera tra i fiordi norvegesi. Si tratta di particolari formazioni lungo la costa norvegese, che portano lunghe lingue di mare ad inoltrarsi a fondo nell’entroterra. Visitare la Norvegia arrivando dal mare è una delle esperienze che un viaggiatore dovrebbe fare almeno una volta nella vita.

Come organizzare una crociera tra i fiordi

Mentre un tempo per visitare la Norvegia arrivando dal mare era necessario prenotare un passaggio sulle navi di linea, di solito dedite al trasporto della posta e degli approvvigionamenti, oggi molte compagnie che organizzano crociere propongono anche alcuni tour tra le città norvegesi, arrivando quindi in nave direttamente attraverso i fiori. Poter attraccare con una grande nave a Bergen, Geiranger o Warnemunde è una vera e propria esperienza da brivido, con la costa che si stringe ai lati dell’imbarcazione e solo dopo lungo tempo ci svela la perla verso cui si è diretti. Le proposte sono varie, a partire dai porti norvegesi o anche da Copenaghen, in Danimarca, che si trova in effetti a un passo dalla Norvegia ed è comunque una bellissima città. Approfittare di queste crociere non è per forza costoso o impegnativo, anche se conviene in genere prevedere almeno un viaggio di 7-8 giorni. Se vuoi anche tu prenotare per questo tipo di avventura scopri le offerte sui viaggi nei Fiordi Norvegesi.

Quando partire

La Norvegia si trova molto più a nord rispetto all’Italia ed ha un clima assai differente da quello a cui siamo abituati. In inverno il freddo si fa sentire per molti mesi, inoltre il sole non si presenta all’orizzonte per buona parte della stagione. L’estate, se così la si può dichiarare, è breve e soleggiata, ma il clima difficilmente si avvicina a quello italiano, con temperature massime che spesso non superano i 20°C per intere settimane. In ogni caso le crociere tra i Fiordi Norvegesi partono in ogni stagione dell’anno, in ognuna di esse infatti si possono vivere esperienze diverse, tutte molto avvincenti. Tra novembre e gennaio è il periodo delle aurore boreali, mentre in estate le giornate sono lunghissime, tanto che spesso si perde la cognizione del tempo. Ovviamente se si pensa di partire da ottobre e marzo conviene avere a disposizione l’attrezzatura necessaria per affrontare il freddo. Per altro la vita a bordo è comunque confortevole, cosa che può completamente fari dimenticare il freddo inverno all’esterno.

Quanto costa una crociera tra i Fiordi

Il costo di una crociera dipende da una serie di variabili, tra cui la durata, i porti toccati, la distanza percorsa dalla nave. Per chi parte dall’Italia al costo effettivo della crociera è necessario aggiungere anche quello del volo aereo per Copenaghen o per uno dei porti della Norvegia da cui partono le crociere più ambite. Inoltre si dee sempre considerare che al prezzo vero e proprio si dovranno sommare i costi delle varie escursioni disponibili una volta attraccati. Anche qui, dipende dalla stagione e dal tempo che si trascorre in porto: in pieno inverno le escursioni disponibili sono in numero minore rispetto a quanto avviene in estate.

greta-thunberg-libero

Libero offende Greta Thunberg sulla prima pagina di oggi: “Rompiballe”

inps reddito cittadinanza social

Pagina Facebook INPS per la Famiglia insulta gli utenti: screen virali