Doodle di Google, oggi dedicato alla Scoperta Nasa degli Esopianeti

doodle-google-esopianeti

E Google di certo non poteva mancare con il suo doodle a celebrare oggi la scoperta della Nasa sugli esopianeti. Il celebre motore di ricerca ha predisposto subito un doodle per omaggiare la sensazionale scoperta che apre nuovi scenari di vita.

Infatti si vede la Terra che sbircia in un binocolo e dopo aver un po’ girato a destra e sinistra scopre un nuovo sistema solare con tanti pianeti che la salutano calorosamente e la luna da dietro esulta per la scoperta con la Terra che si lascia andare a un lungo sorriso. Gli scienziati hanno definito tutto ciò come le sette sorelle della Terra e Google ha voluto celebrare l’evento a modo suo.

COSA SIGNIFICA LA SCOPERTA DEGLI ESOPIANETI?

Naturalmente ancora si sta molto lontani dal capire se effettivamente ci siano essere viventi su questi pianeti, ma di sicuro si trovano nella cosiddetta fascia di abilità che fa pensare che su quei pianeti ci sia acqua alla stato liquido e quindi c’è possibilità, essendoci l’ingrediente cardine, di sviluppare la vita. Un altro record lo batte questo sistema solare perché contemporaneamente ci sono il maggior numero di pianeti come la Terra e il maggior numero di pianeti nella zona abitabile.

trappist-1

SU TRAPPIST-1 C’E’ POSSIBILITA’ DI VITA?

A rispondere alla domanda che tutti naturalmente si pongono ci ha pensato Michael Gillon che è colui che conduce il campo di ricerche e che ha affermato: “Almeno tre dei pianeti del sistema di TRAPPIST-1 promettono bene”. Quindi la seconda fase sarà andare a scoprire se effettivamente su questi pianeti così simili alla Terra e dove ci dovrebbe essere acqua allo stato liquido effettivamente ci siano forme di organismi viventi. Le attese più importanti in questo campo sono riposte nel super telescopio spaziale James Webb che vedrà la luce nel 2018.

Scritto da Nicola Salati

Scrivere una passione che poi è diventato un vero e proprio mestiere. Dal 2008 giornalista professionista cerco di raccontare quello che succede nel locale per poi spaziare nel globale, ma sempre considerando i punti fermi che deve avere un abile cronista: mai distaccarsi dalla realtà dei fatti ed essere puntuale e preciso evitando interpretazioni e opinioni.

whatsapp

Come creare uno Stato su WhatsApp

riforma-pensioni

Riforma Pensioni 2017, Decreti Ape: il Calendario