Emergenza Topi: quando occorre una ditta di derattizzazione

Tra i tanti imprevisti che ognuno di noi vorrebbe evitare uno primeggia sugli altri: la presenza di topi in casa.

derattizzazione

Non è solo per la paura di vederli sgattaiolare tra le gambe o i mobili della nostra casa, ma anche perché sono un serio pericolo per la salute umana a causa delle malattie che possono trasmettere. In molti cercano di prevenire o risolvere adottando un gatto domestico, ma diciamolo chiaramente: non esistono più i gatti di una volta! E poi non tutti possono permettersi di tenere un gatto.

Soprattutto se si abita in una casa in campagna o se si possiede un giardino, è ancora più facile per i topi entrare e stabilirsi all’interno in modo permanente. Come risolvere allora questo grave dilemma?

Innanzitutto, cerchiamo di capire come fare ad accorgerci della presenza di topi in casa, come evitare che accada e quando è necessario rivolgersi ad una ditta di derattizzazione.

1.Come scoprire se ci sono tipi in casa

Questi piccoli animali cercano luoghi in cui hanno facile accesso al cibo, all’acqua e una buona temperatura. Facciamo una distinzione tra i luoghi preferiti dal ratto nero e dal topo grigio. Il ratto nero preferisce abitare le parti alte degli edifici: solai, granai, controsoffitti, ecc. Il topo grigio preferisce le posizioni inferiori delle case come sottosuolo, fognature, garage, cantine, gallerie sotterranee, pozzi e argini. Grazie alla sua morfologia e al suo grande istinto di sopravvivenza, riesce facilmente ad entrare nelle case, nelle fabbriche, negli uffici, nei ristoranti ecc. Entrambi cercano rifugio in questi luoghi per combattere il freddo e accedere facilmente al cibo.

Nell’ambito casalingo, la cucina e i bagni sono le due aree della casa dove i topi tendono ad accumularsi, così come in giardino. Per chi abita ai piani alti sarà difficile avere problema di topi, ma dipende comunque dal tipo di condominio. Se il portone da sulla strada, i topi potrebbero infiltrarsi dalle scale o dai passaggi aperti. Alcuni segnali che possono indicare la presenza di topi in casa sono i seguenti:

  • Rumori alle pareti o nel pavimento che di solito si sentono durante le ore di silenzio notturno.
  • Escrementi nei cassetti, negli armadi o lungo il battiscopa.
  • Buchi nelle scatole di cartone, nei contenitori per alimenti, nelle borse e nei vestiti.
  • Presenza di nidi in casa. Questo ovviamente è il segno decisivo per dimostrare di avere una famiglia di roditori a casa. I topi usano diversi tipi di materiali per fare nidi, come i vestiti. Armadi e credenze sono i loro luoghi preferiti per nidificare e trasformare la tua casa nella loro.

2.Come evitare di avere i topi a casa

Per evitare di dover uccidere i topi, cacciarli via o diffondere un veleno in casa, si consiglia di eseguire una serie di azioni di pulizia per evitare un’epidemia di roditori in casa. È essenziale mantenere la casa sempre pulita e con un’igiene minima. I topi di solito entrano nelle case in cerca di cibo, quindi è altamente raccomandato non lasciare cibo sul tavolo o sui mobili. Allo stesso modo è molto importante che il cestino della spazzatura sia sempre chiuso e svuotato giornalmente. Può essere utile anche controllare le pareti per rilevare la presenza di crepe o buchi, sigillandoli prontamente con dell’intonaco. Se si hanno degli  animali domestici in casa è importante che i sacchetti di mangime e alimenti siano ben chiusi e riposti in luoghi elevati. Se la casa ha un giardino è importante non trascurare le piante o lasciare il legno impilato per molto tempo, luoghi preferiti dai topi per fare il loro nido.

Può essere utile sapere che l’aroma delle piante di menta è disgustoso per i topi, quindi spruzzare dell’acqua con un estratto di questa pianta nei luoghi sospetti della casa o del giardino può essere un rimedio ecologico efficace come prevenzione. Altri profumi naturali che allontanano i topi sono il tabasco, i chiodi di garofano, il pepe di cayenna e la cannella. La cosa buona di questi prodotti è che non uccidono i topi  e sono più naturali di altri, come il veleno. Nel caso in cui fosse presente solo un topo, è possibile occuparsi da soli dell’infestante procurandosi l’occorrente per la derattizzazione (es. stazione di monitoraggio, esca o veleno, trappola collante, soluzione a ultrasuoni ecc.) in negozio oppure online.

3.Quando contattare la ditta di derattizzazione

Può sembrare facile,  ma una volta innescato un problema reale con questo animale è molto difficile eliminarlo. Per questo è fondamentale, nel caso in cui si iniziasse a sospettare la presenza di diversi topi in casa, contattare una ditta di derattizzazione affinché proceda con il controllo antiparassitario. Data la loro tendenza a proliferare velocemente, ci si può ritrovare infestati in men che non si dica. Queste ditte, infatti, conoscono le misure adeguate per eliminare il problema ed hanno l’autorizzazione per manipolare particolari prodotti chimici.

Anche se può dispiacerci doverli uccidere, occorre ricordare che i topi sono portatori di un gran numero di malattie e virus: febbre da morso di ratto, infezione da hantavirus, leptospirosi, salmonellosi, enterite, gravi problemi ai reni, mal di testa, ecc. La trasmissione di queste malattie è causata da morsi, dal contatto con le feci contaminate e dall’assunzione di cibo contaminato. Data la tendenza che hanno i topi a sfruttare l’habitat dell’uomo, è quindi molto importante eseguire operazioni e metodi di derattizzazione al primo segnale.

cura dei capelli

8 segreti per capelli sempre sani

strage_di_bologna

Strage di Bologna: 85 morti e oltre 200 feriti 39 anni fa