Fermata Banda del Terrore di Piazza San Carlo

Per mesi hanno seminato panico in Italia e all’estero e dopo l’omicidio di Erika Pioletti per due di loro l’accusa è di omicidio pretereintenzionale

banda terrore2

Otto persone sono state fermate a Torino perché sospettate di aver causato il panico  il 3 giugno 2017 durante la proiezione su maxi schermo della finale di Champions League che portò al ferimento di 1.526 personeOmicidio preterintenzionale è una delle accuse mosse dalla procura di Torino a due degli arrestati: il reato si riferisce alla morte di Erika Pioletti, che era fra i presenti. Oltre alla rapina ci sono ulteriori accuse: lesioni nei confronti di circa 300 persone.

La banda agiva sempre allo stesso modo: usava lo spray al peperoncino per seminare il panico e poter derubare indisturbati. E poi pubblicava sui social le immagini della refurtiva: orologi di lusso, gioielli, cellulari.

 Hanno seminato terrore in Italia e all’estero 

È successo più volte a Torino, in occasione del Kappa Futurfestival al Parco Dora e del concerto di Elisa e Ghali alle Officine grandi riparazioni.

È successo a Verona. Modena, ma anche a Parigi, Francoforte, Rotterdam.

E ancora ad Amsterdam e a Berlino, dove tra il 2 e il 5 marzo scorso hanno derubato sette collane in oro, un Rolex, un profumo Paco Rabanne e uno Cavalli.

Finalmente la svolta grazie all’ennesimo post su Facebook

A coordinare le indagini sono il procuratore Armando Spataro e i pm Antonio Rinaudo e Vincenzo Pacileo, ma a dare una svolta definitiva alle indagini degli inquirenti è stato uno dei post su facebook, postato da un membro della banda subito dopo aver derubato tre collane in piazza San Carlo.

Cosa ne pensi?

0 punti
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

milos_forman

Chi era Milos Forman, il regista di Qualcuno volò sul nido del cuculo e Amadeus

sismografo-terremoto

INGV Lista Terremoti Oggi (15 Aprile 2018): Lista in tempo reale