Ferrero di Sant’Angelo dei Lombardi, l’onestà del dipendente (Video)

Nelle intenzioni dell’autore, doveva essere un semplice scherzo telefonico. Invece si è rivelata una chiacchierata molto interessante, quella tra un lavoratore dello stabilimento Ferrero di Sant’Angelo dei Lombardi (Avellino) e Tony California (personaggio interpretato dal simpatico Antonio Melchionno). Una telefonata che ha fatto emergere l’onestà del dipendente (di nome Francesco) dalla nota azienda di dolciumi con sede ad Alba (Cuneo) ma con industrie anche in provincia di Avellino.

Lo stabilimento Ferrero di Sant'Angelo dei Lombardi (AV)
Lo stabilimento Ferrero di Sant’Angelo dei Lombardi (AV)

Ma procediamo con ordine. Il fatto: Fingendosi un ricco imprenditore irpino di ritorno dopo tanti anni negli Stati Uniti, Antonio Melchionno (alias “Tony California”) ha registrato il video di una telefonata presso lo stabilimento Ferrero di Sant’Angelo dei Lombardi, in provincia di Avellino.

Motivo della chiamata la presunta volontà del finto imprenditore di personalizzare 50mila barattoli di Nutella per festeggiare i 100 anni della nonna. Di fronte al diniego del dipendente Ferrero, Tony California gli ha proposto diverse migliaia di euro sotto banco. Una mazzetta, insomma. Una delle tante storie di cui è piena l’Italia del passato e del presente.

Ma dal video emerge chiaramente la correttezza, l’onestà e la professionalità di chi era dall’altra parte del telefono. Un secco rifiuto, senza pensarci su due volte, e la minaccia di avvertire le forze dell’ordine. In un’Italia sempre più caratterizzata da una corruzione dilagante, che riguarda tutti gli strati della società, vale la pena sottolineare alcuni gesti, che dovrebbero appartenere alla normalità, ma che rischiano di passare inosservati.

LE DIFFERENZE. In realtà l’obiettivo dell’autore del video era un altro: mostrare le differenze tra Nord e Sud, confrontando le reazioni, l’atteggiamento e la disponibilità di due dipendenti della stessa azienda lontani mille chilometri. Esperimento perfettamente riuscito a giudicare dall’approccio totalmente diverso tra il lavoratore dello stabilimento di Sant’Angelo dei Lombardi (in Campania) e la dipendente della sede centrale di Alba (in Piemonte), che ha messo in luce due mondi diametralmente opposti.

Terremoto 1980, 36 anni dopo: l’omaggio dei Molotov d’Irpinia (Video)

CONDIVIDI
Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica e spettatore interessato di tutto ciò che è intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.