Festival Sanremo 2018: a casa Sanremo, Musica contro le Mafie di Libera

L’associazione Libera premia le canzoni impegnate nel cambiamento.

Musica contro mafie libera

Martedì 6 febbraio 2018 a Casa Sanremo l’associazione Musica contro le mafie della rete “Libera” premia la nuova musica italiana impegnata nel cambiamento sociale responsabile.

Il salotto di hospitality del 68° Festival della Canzone Italiana accoglie, infatti, i vincitori dell’l’ottava edizione del Premio Musica contro le mafie: Picciotto  con Amarcord 2.0 (vincitore anche del Premio Winner Tour del valore di 15.000 euro con bando di Nuovo Imaie) e Chiara Effe con Non son buono. Alla cerimonia di premiazione si assegnano anche le altre targhe del Premio: la Menzione speciale Musica contro le mafie agli Stag, la Menzione su segnalazione del Club Tenco a Simone Fornasari e la Targa SIAE a Laura Pizzarelli.

I momenti al Palafiori dedicati a Musica contro le mafie sono due, uno al mattino e uno alla sera, entrambi finalizzati a valorizzare le canzoni e gli artisti che si fanno veicolo di messaggi profondi contro l’indifferenza e la rassegnazione, capaci di diffondere i valori della responsabilità e della cittadinanza attiva.

Musica contro le Mafie, il programma

Il primo momento inizia alle ore 11.00 con l’incontro “Musica contro le mafie – Words&Awards” nella sala Ivan Graziani Theatre, in cui la riflessione con i giovani studenti delle scuole superiori del territorio ligure (I.I.S. Marconi di Imperia e I.I.S. Colombo di Sanremo) si unisce alle emozioni della premiazione ufficiale dei vincitori del Premio Musica contro le mafie. Durante l’appuntamento mattutino, condotto da Red Ronnie alla presenza del presidente dell’associazione Musica contro le mafie Gennaro de Rosa, il patròn di Casa Sanremo Vincenzo Russolillo e altri ospiti, si presentano le attività principali dell’associazione e il programma dell’ultima edizione della “5 Giorni di Musica contro le mafie”, manifestazione fatta di concerti, workshopincontri, showcase, mostre per riflettere, conoscere storie e ricordare persone che hanno contribuito a cambiare in meglio la società.

Il secondo momento è alle ore 19.30 per assistere all’esibizione musicale degli artisti vincitori del Premio nell’esclusiva Sala Lounge di Casa Sanremo, durante l’aperitivo che precede l’attesissima prima serata del Festival.

Scritto da Silvestra Sorbera

Silvestra Sorbera, classe 1983, piemontese di origini siciliane, è una giornalista e autrice di racconti e romanzi. Ha pubblicato nel 2009 “La prima indagine del Commissario Livia” e a maggio del 2016 la seconda indagine dal titolo “I fiori rubati” con la casa editrice LazyBOOK.
Nel 2013 ha realizzato la favola per bambini “Simone e la rana”, e il saggio letterario – cinematografico “La forma dell’acqua. Camilleri tra letteratura e fiction”. Nel 2014 pubblica con la casa editrice LazyBOOK i racconti “Vita da sfollati” e a seguire “Sicilia” e “La guerra di Piera” e a dicembre 2016 il romanzo autobiografico “Diario per mio figlio”.
A giugno 2016 con la casa editrice PortoSeguo il romanzo “Sono qui per l’amore”. Nel 2017 pubblica il racconto lungo new adult “Un amore tra gli scogli” e la favola “Simone e la rana. Viaggio nel castello stregato”.

Cosa ne pensi?

0 punti
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Omicidio suicidio noci

Violenze Sessuali ad Alcamo: quattordicenne denuncia genitori

Intenzioni di Voto Oggi

Intenzioni di Voto Oggi 1 Febbraio: tutti i sondaggi su PD, M5S e Centrodestra