Giorno della Candelora 2017 | Storia e Tradizioni

candelora-2-febbraio

Un giorno importante per i cristiani, il giorno della Candelora viene tradizionalmente festeggiati in ricordo del giorno in cui Gesù venne presentato al Tempio, 40 giorni dopo la sua nascita. Vediamo le usanze e le tradizioni che si usano fare in questo giorno così importante per la Chiesa Cristiana.

L’usanza più importante della giornata è quella di benedire le candele. Da questo, infatti, viene anche il nome della festività stessa, ossia la Candelora. L’usanza viene direttamente dalle parole che Simeone pronunciò al momento della presentazione di Gesù al Tempo di Gerusalemme, regola prescritta dalla Legge giudaica per i primogeniti maschi. Gesù fu definito infatti “luce per illuminare le genti”, e per questo motivo il simbolo della candela benedetta diviene per i credenti simbolo stesso della vicinanza a Gesù. La giornata viene anche definita “Giorno della Purificazione di Maria” per via dell’usanza che voleva ogni donna impura per i 40 giorni dopo il parto di un promogenito maschio e doveva dunque andare al Tempio per purificarsi.

presentazione-di-gesù-al-tempio

Ma come molte delle feste cristiane, anche la Candelora ha origini pagane che si fanno risalire alla festa del februatio, momento in cui si celebrava la purificazione delle città dagli influssi dei demoni e che da il nome al mese di febbraio. La tradizione culinaria, infine, vuole che il piatto tipico del giorno della Candelora siano le crespelle. Cucinate nei modi più svriati, sono simbolo di buon auspicio per il periodo dell’anno che comincia ad abbandonare il freddo inverno e si avvia finalmente verso la primavera.

poste-italiane

Ancona, Truffa alle Poste a Cerreto D’Esi: denunciata una donna

arresto cantalupo

Truffa Fondi Europei in Calabria: 9 Arresti