Gli impianti fotovoltaici con accumulo incontrano il design italiano

Cubo-Pistoia-4

In questo momento difficile, segnato dall’emergenza coronavirus e dalle tante limitazioni a cui si è sottoposti per arginare il diffondersi dell’epidemia, servono azioni importanti e concrete per ripensare lo sviluppo economico ed avere uno sguardo più fiducioso verso il futuro.

Si tratta di una sfida difficile ma anche appassionante, che un’azienda all’avanguardia come Dynamo Energies ha deciso di cogliere, mettendo in campo leve diverse ed efficaci.

Innanzitutto, non possiamo che partire dai suoi prodotti, ovvero da incredibili impianti fotovoltaici di design che racchiudono il meglio della ricerca tecnologica in fatto di incremento dell’efficienza energetica, grazie all’adozione di forme solide che riescono a sfruttare più superfici per catturare i raggi del sole. In questo modo, la produzione di energia aumenta rispetto ai classici pannelli monodimensionali consentendo ad ogni nucleo familiare di diventare indipendente e di provvedere al proprio fabbisogno di elettricità, acqua calda e climatizzazione.

Apparecchi affascinanti, dalle linee eleganti e raffinate del più prestigioso design italiano, riescono a rendere un appartamento o un edificio intero, a seconda del modello e della relativa capacità di produzione, in grado di utilizzare fonti rinnovabili per creare energia pulita in quantità e di stoccarne l’eccesso per usarlo in seguito.

Monolite, Cubo e Piramide sono i nomi altamente evocativi di alcuni degli impianti ed attorno a loro si muove la nuova iniziativa di Dynamo, ovvero una campagna di Equity Crowdfunding che si propone come occasione unica per partecipare alla costruzione del mondo che verrà. Investire in questo progetto, presente su Extrafunding, vuol dire sostenere lo sviluppo di tecnologie innovative e sostenibili che uniscono il rispetto verso l’ambiente con la soddisfazione delle proprie esigenze quotidiane in fatto di energia.

La visione di Dynamo è dinamica e articolata e la sua corsa verso il futuro mette sempre al centro la persona, le sue necessità e il suo valore. Ed una persona come Leonardo Pavoletti, bomber del Cagliari e della Nazionale, ha assunto il ruolo di testimonial e investitore in questo progetto volto a diffondere la bellezza sostenibile. Una figura determinata e positiva come quella di Pavoletti ben si sposa con la sfida così impegnativa colta da Dynamo e rappresenta senza dubbio un valore aggiunto significativo a livello di brand awareness.

Tanti ingredienti diversi vanno a comporre un piano di ampio respiro, pensato per aprire nuove strade verso l’innovazione e la sostenibilità, delineando un modo diverso di produrre energia e, nel frattempo, di diventare artefici del proprio destino. Ognuno infatti può trasformarsi in un ingranaggio di questo complesso meccanismo e facilitare la diffusione di impianti avveniristici e lo sviluppo ulteriore delle loro potenzialità.

Inoltre, ogni nucleo familiare ha la possibilità, propria grazie all’inventiva di Dynamo Energies, di passare da essere semplice consumatore allo status di produttore, unendo le due figure in una sola e conquistando l’indipendenza energetica, con notevole risparmio economico in bolletta.

Una gestione domestica che si rivela essere più semplice del previsto, grazie alla possibilità di monitorare in tempo reale i livelli di produzione e di stoccaggio consultando l’App Dynamo direttamente dallo smartphone, in tutta comodità.

Un’azienda così motivata non si arrende davanti alle difficoltà, ma dimostra di sapersi reinventare per perseguire i propri ambiziosi obiettivi e per costruire giorno dopo giorno un futuro dove efficienza, risparmio e sostenibilità possano convivere in armonia.