Heath Ledger, la Morte è un Mistero anche dopo 9 anni

Heath-Ledger-nel-film-Parnassus

Nel pieno della sua espressione artistica, nove anni fa, moriva l’attore 28enne Heath Ledger, con un film in procinto di uscire nelle sale e un altro girato a metà.

Come spesso accade per le star, la sua morte si è circondata di mistero. Girano ancora voci che lo volevano impazzito dopo aver interpretato il ruolo di Joker ne “Il Cavaliere Oscuro”, ma la verità, per quanto triste, emerse chiaramente dall’autopsia: Heath è morto per una combinazione fatale di farmaci, farmaci che gli erano stati regolarmente prescritti dal suo medico.

A ricordarci di lui e del suo grande talento sono i suoi film, i suoi personaggi e quanti lo amarono e stimarono, come artista e come uomo. Una carriera che iniziava a volare alto, quella di Heath Ledger, apprezzato ed amato dalla maggior parte del pubblico soltanto dopo la sua scomparsa. Il motivo è semplice: uno dei suoi migliori ruoli, quello di Joker ne “Il Cavaliere Oscuro”, è arrivato nelle sale dopo la sua scomparsa. Tutti hanno amato la sua interpretazione e la sua bravura, tale da valergli un Oscar postumo.

La sua carriera ebbe inizio con piccole commedie romantiche, ma Heath volle scrollarsi presto di dosso il ruolo di romantico belloccio, e tornò a recitare, dopo una lunga pausa, accanto a Mel Gibson ne “Il Patriota”. I film che lo videro pian piano salire alla ribalta furono poi “I fratelli Grimm e l’incantevole strega”, “Casanova”, “I segreti di Brokeback Mountain”, “Paradiso + Inferno”, “Io non sono qui”, fino al ruolo che lo ha fatto salire tra le stelle, quello del già citato Joker.

PHOTOGRAPHS TO BE USED SOLELY FOR ADVERTISING, PROMOTION, PUBLICITY OR REVIEWS OF THIS SPECIFIC MOTION PICTURE AND TO REMAIN THE PROPERTY OF THE STUDIO. NOT FOR SALE OR REDISTRIBUTION. ALL RIGHTS RESERVED.

Incompiuto, al momento della sua scomparsa, il film “Parnassus – L’uomo che voleva ingannare il diavolo”. Grazie ad un grande lavoro di riscrittura e di regia, il film non fu annullato, ma reso possibile grazie alla partecipazione di altri attori, amici di Heath, come Johnny Depp, Colin Farrell e Jude Law.

Il regista Terry Gilliam, che ha lavorato con Heath alla fine della sua vita, ha detto di lui: “Heath è stata una persona straordinaria, come uomo, come attore e come amico, era un ragazzo con uno spiccato senso dell’umorismo, dotato di quel pizzico di cattiveria che ci vuole ogni tanto e di una generosità fuori dal normale. Abbiamo avuto da lui putroppo solo una parte di quello che avrebbe potuto darci“.