Insulti su Facebook: denunciate due persone dai vigili urbani di Roma

facebook-smartphone

Insulti e minacce su Facebook? Ti denuncio! È la strategia usata dal comando dei vigili urbani di Roma. Sulla pagina “Corpo di polizia Locale di Roma Capitale” sono stati pubblicati post con affermazioni molto pesanti nei confronti degli agenti, “responsabili” di aver fatto delle multe. “Mi fate schifo”, era il commento più soft: per il resto venivano augurate “disgrazie” e si alludeva a presunte mazzette intascate. Un classico nell’era dei social network. Ma questa volta i vertici del Corpo hanno deciso di reagire, scegliendo la via legale. Così due persone sono state davvero denunciate.

Il comandante Diego Porta ha spiegato il motivo di non far cadere la vicenda nel dimenticatoio: “Dopo le offese e le diffamazioni gli auguri di morte: il Comando Generale ha deciso di denunciare due persone che su Facebook avevano più volte insultato il Corpo e i suoi componenti”. Il numero uno del comando di Roma ha ripercorso i fatti: “I responsabili, lo scorso febbraio, avevano commentato alcuni post presenti sulla piattaforma Facebook scrivendo pesanti frasi e volgarità sia dirette al Corpo che agli agenti, aggiungendo anche una foto obsoleta non rispondente a verità, con il chiaro intento di diffamare la Polizia di Roma Capitale. Il tutto, tra l’altro, era stato rilanciato da un famoso blog scandalistico, che aveva diffuso gli insulti su internet“.

INSULTI DA DENUNCIA SU FACEBOOK

La due persone coinvolte dovranno rispondere dell’accusa di diffamazione. Al di là del singolo caso, quel che colpisce è il cambio di passo verso gli insulti su Facebook.”Tutti coloro che utilizzano i social networks devono assumersi la responsabilità di quello che scrivono”, ha messo in evidenza il comandante Porta. “In qualsiasi caso venga a configurarsi un reato, interverremo sicuramente”, ha aggiunto. Insomma, meglio contare fino a dieci prima di rivolgere parole pesanti nei confronti dei vigili urbani di Roma. Perché lo sfogo potrebbe costare caro.