Libia: colpo di Stato al governo di Sarraj, MSF denuncia sparatorie ai migranti

Nottata drammatica in Libia: mentre si consumava un presunto colpo di stato (non ancora confermato) ai danni di Al Sarraj, MSF denuncia la morte di almeno 15 persone in un centro detentivo per migranti.

Colpo di stato libia migranti uccisi

Notte di tensione in Libia. I ribelli, in tarda notte, hanno annunciato di aver eseguito un colpo di Stato ai danni del governo libico e di circondare le sedi governative di Tripoli. La notizia è stata subito confermata da Al Arabiya e Sky News araba.

A progettare ed eseguire il golpe sarebbe stata la Brigata 301, attiva dalla rivolta contro Gheddafi e facente funzioni di polizia in diverse città libiche. Non è ancora chiaro, però, se ci sia stato veramente un colpo di Stato dato che l’entourage del presidente Al Sarraj ha fatto sapere che la situazione è pienamente sotto controllo.

Si leggeva nelle prime ore della mattina da fonti governative:

“La situazione di sicurezza nella capitale è sotto controllo, Queste informazioni sono destituite di qualsiasi fondamento e hanno come scopo quello di destabilizzare la capitale

Secondo il Ministero dell’Interno si tratterebbe semplicemente di “rivolte di piazza e blocchi di piazze”. Alcune agenzie di stampa non escludono che sia stata occupata anche la televisione statale.

Come si legge su La Repubblica che interpella alcuni osservatori locali:

“L’operazione non è un golpe o un atto di ribellione, ma è come un cambio negli equilibri militari di chi controlla la città”

Libia nel caos, trafficanti sparano su migranti

Apparentemente non collegato al presunto golpe arriva anche la notizia di spari su migranti in fuga da un centro detentivo. Come riporta Medici Senza Frontiere, presso i propri ospedali sarebbero arrivate più di 100 persone colpite da arma da fuoco.

I sopravvissuti alla sparatoria, sempre secondo MSF, avrebbero raccontato che almeno 15 persone sono morte sul colpo e più di 40 disperse nella fuga.

 

Scritto da Matteo Squillante

Napoletano di nascita, attualmente vivo a Roma. Idealista e sognatore studente di Lettere presso l’Università di Roma Tor Vergata. Osservatore silenzioso e spesso pedante della società attuale. Scrivo di ciò che mi interessa, principalmente politica e temi sociali.
Twitter: @MattSquillante

Italia scroccona

Articolo Shock Der spiegel: “Italia Scroccona”

Morto Carlo Castagna strage erba

Morto Carlo Castagna: nella Strage di Erba perse la famiglia