Mario Giordano su Rai 1: potrebbe condurre striscia dopo TG1

mario giordano rai

Il giornalista Mario Giordano potrebbe presto approdare in Rai, queste le voci non ancora confermate che vedrebbero il giornalista, attualmente uno dei volti di Mediaset, passare clamorosamente a Rai 1 per una striscia di approfondimento. Secondo il Corriere della Sera, a Viale Mazzini si è fatto spesso il nome di Giordano per riaprire il format della striscia post-telegiornale che fu in passato di Enzo Biagi.

Non ci sarebbe, però, ancora l’accordo sui nomi. In prima istanza la conduzione doveva essere assegnata a Maria Giovanna Maglie, ma i malumori seguiti alle sue esternazioni sul vincitore di Sanremo Mahmood hanno congelato la decisione Rai. La Maglie, infatti, scriveva:

Un vincitore molto annunciato. Si chiama Maometto, la frasetta in arabo c’è, c’è anche il Ramadan e il narghilè, e il meticciato è assicurato. La canzone importa poco, avete guardato le facce della giuria d’onore?

L’ex giornalista (non è più iscritta all’Albo dal 2016) non ha ritirato le sue parole visto che dovevano essere intese come esternazione personale. Dalla Rai, però, non confermano neanche il nome di Mario Giordano, dicendo semplicemente che il format è attualmente congelato. Teresa De Santis, direttrice di Rai 1, ha annunciato:

Ci sono altre valutazioni di carattere autorale e per quanto riguarda la conduzione non ci sono contratti in essere ma solo una prima valutazione sul lato autorale condotta all’interno della rete e in parte coinvolgendo una serie di autori

Scritto da Matteo Squillante

Napoletano di nascita, attualmente vivo a Roma. Idealista e sognatore studente di Lettere presso l’Università di Roma Tor Vergata. Osservatore silenzioso e spesso pedante della società attuale. Scrivo di ciò che mi interessa, principalmente politica e temi sociali.
Twitter: @MattSquillante

nigiotti maionchi baci perugina

San Valentino: Frasi Baci Perugina di Enrico Nigiotti e Mara Maionchi

ozzy osbourne condizioni salute

Condizioni di Salute Ozzy Osbourne: dimesso da terapia intesiva