Compleanno Michele Placido, compie 71 anni

Michele-Placido

Tempo di festeggiamenti per Michele Placido, popolare attore e regista italiano tra i più apprezzati del nostro panorama cinematografico, che oggi festeggia il suo settantunesimo compleanno. Nel corso della sua fortunata carriera ha recitato in numerose pellicole, aggiudicandosi numerosi riconoscimenti, tra cui l’Orso d’argento al Festival di Berlino e quattro David di Donatello.

MICHELE PLACIDO: LA BIOGRAFIA

Nato il 19 maggio del 1946 ad Ascoli Satriano, in provincia di Foggia, Michele Placido si trasferisce appena maggiorenne a Roma, dove entra in polizia. La passione per la recitazione lo porta ad iscriversi all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica, lasciando la divisa e debuttando a teatro nel ’70 con il regista Luca Ronconi, nella trasposizione teatrale dell’Orlando Furioso di Ludovico Ariosto. Il debutto sul grande schermo, avviene quattro anni più tardi, accanto ad Ugo Tognazzi ed Ornella Muti nel “Romanzo popolare” di Mario Monicelli. Per la televisione, invece, realizza numerose serie di successo, tra cui: “Il picciotto”, “La piovra”, “Scoop”, “Uomo di rispetto”, “Racket“, “La missione”, “Padre Pio – Tra cielo e terra”, “Il sequestro Soffianti”, “Un papà quasi perfetto”, “Il grande Torino”, “Assunta Spina”, “L’ultimo padrino”, “Aldo Moro – Il presidente”, “Trilussa – Storia d’amore e di poesia” eQuesto è il mio paese”.

MICHELE PLACIDO: I SUCCESSI CINEMATOGRAFICI

Tra le numerose pellicole di successo realizzate nel corso della sua straordinaria carriera, ricordiamo: “Il caso Pisciotta”, “Teresa la ladra”, “Processo per direttissima”, “Un uomo in ginocchio”, “Corleone”, “Ti presento un’amico”, “Grandi magazzini”, “Mery per sempre”, “Giovanni Falcone”, “La lupa”, “Terra bruciata”, “Romanzo criminale”, “Arrivederci amore, ciao”, “Il caimano”, “La sconosciuta”, “Il sangue dei vinti”, “Oggi sposi”, “Genitori & figli – Agitare bene prima dell’uso”, “Manuale d’amore 3″, “Amici miei – Come tutto ebbe inizio”, “Viva l’Italia”, “La scelta”, “Io che amo solo te”, “La cena di Natale” e7 minuti”.

Scritto da Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica e spettatore interessato di tutto ciò che è intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.