Milano, presentazione di “Mille voci contro la violenza”

violenza

Sabato 25 novembre è la giornata internazionale contro la violenza sulle donne e, a Milano, il giono dopo, ovvero domenica 26, è stata organizzata una manifestazione culturale dal titotlo “Mille voci contro la violenza” presso il Politeatro di viale Lucania 18  a partire dalla ore 16:00 con ingreresso gratuito.

Un evento corale che riunisce scrittori, poeti, giornalisti, editori, avvocati, cantanti, musicisti, artisti, attori, psicologi e testimoni diretti. Tutti uniti per dire il loro no alla violenza sulle donne.

L’iniziativa, nata della mente e dal cuore attento della scrittrice Emma Fenu (autrice dei romanzi “Vite di madri: storie di ordinaria anormalità” e anche “Le dee del miele” entrambi legati alla femminilità e alla maternità sotto tutti i punti di vista), è stata accolta con favore da tantissime persone di cultura. A sosteno dell’iniziativa si sono mobilitate molte associazioni del panorama culturare italiano come Ewwa Italia, Cultura al femminile, e SenonOraquando.

Mille voci contro la violenza, gli ospiti

I letterati italiani che parteciparanno all’inziativa sono: Loriana Lucciarini, scrittrice e blogger, Marina Fichera, manager, Giulia LaFace, scrittrice e blogge, Elvira Rossi e Vilma Tabano, volontarie di SpazioDonna Linearosa di Salerno, Sara Filipelli, scrittrice, blogger, studiosa di storia delle donne; Paola Minussi, presidente di Women in White,  Alle Bonincalza, fotografa.

Elisabetta Calabrese, ostetrica; Gino Marchitelli, scrittore, musicista e cantautore; Andrea Mancini, architetto e artista; Daniela Vasarri, scrittrice Valeria Bianchi Mian, psicologa,  Sara Rosa, poetessa; Lady Be, artista; Alessandra Monaco,rappresnetante del mondo dell’editoria; Alessia Sorgato, avvocato, Monica Serra, scrittrice; Riccardo Gavioso, scrittore, Fabio Dessole scrittore e editore;  Sabrina Corti, avvocato; Jean-Christophe Casalini, scrittore e produttore cinematografico; Roberta Andres, rappresentate Ewwa.

 

E’ prevista inoltre la presenza della scrittrice Nadia Nunzi, autrice del libro autobiografico “Ti amo anima mia”. Il romanzo racconta una storia di amore e di violenza. Una storia d’amore finita male, tra un ragazzo e una ragazza  come tante storie che ascoltiamo quotidianamente al telegiornale. Najaa conosce Sajmir, che sembra essere l’uomo più importante della sua vita, si innamorano e si sposano e  iniziano i problemi coniugali fatti di gelosia e violenza. Najaa però apre gli occhi e si accorge della realtà, lui ha un’altra vita e un’altra moglie.

Scritto da Silvestra Sorbera

Silvestra Sorbera, classe 1983, piemontese di origini siciliane, è una giornalista e autrice di racconti e romanzi. Ha pubblicato nel 2009 “La prima indagine del Commissario Livia” e a maggio del 2016 la seconda indagine dal titolo “I fiori rubati” con la casa editrice LazyBOOK.
Nel 2013 ha realizzato la favola per bambini “Simone e la rana”, e il saggio letterario – cinematografico “La forma dell’acqua. Camilleri tra letteratura e fiction”. Nel 2014 pubblica con la casa editrice LazyBOOK i racconti “Vita da sfollati” e a seguire “Sicilia” e “La guerra di Piera” e a dicembre 2016 il romanzo autobiografico “Diario per mio figlio”.
A giugno 2016 con la casa editrice PortoSeguo il romanzo “Sono qui per l’amore”. Nel 2017 pubblica il racconto lungo new adult “Un amore tra gli scogli” e la favola “Simone e la rana. Viaggio nel castello stregato”.

mamma-ho-perso-laereo-italia1

Mamma Ho Perso L’Aereo: su Italia 1 il 21 Novembre

Torino FIlm Festival

Torino Film Festival: al via il 24 Novembre