Napoli, Furti e Rapine con Cavallo di Ritorno: 47 Arresti

arresto-carabinieri

Maxi operazione dei Carabinieri stamattina a Napoli, dove è stata smantellata un’intera banda malavitosa dedita a rapine in villa, estorsioni, furti di automobili e furti vari. I criminali utilizzavano la tecnica del “cavallo di ritorno“. Sono ben 47 le persone arrestate dai Carabinieri con un’ordinanza di custodia cautelare.

La banda criminale faceva base nel noto quartiere partenopeo di Scampia. Le 47 persone fermate, dovranno rispondere dell’accusa di a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata alla commissione seriale di furti, rapine, ricettazioni ed estorsioni con il metodo del “cavallo di ritorno”.

TECNICA DEL CAVALLO DI RITORNO

Nell’ordinanza penale, “il cavallo di ritorno” non è altro che una pratica illegale, generalmente un’estorsione fatta a determinate persone alle quali viene chiesto  il pagamento di un riscatto  per riottenere ciò che è stato rubato. Il fenomeno, in particolar modo, riguarda il settore del trasporto privato (automobili e altri veicoli) ed è maggiormente diffuso nell’Italia meridionale.

macchina-carabinieri

La banda criminale scoperta e fermata, con sede come detto a Scampia, aveva un giro di affari enorme. Il capo della banda gestiva il mercato illegale delle vetture, spesso rubate, e rivendute a prezzi bassi sul mercato. Era il giro più importante di Napoli Nord e gli inquirenti hanno stabilito che l’operazione ammontava ad affari di circa 3-4 milioni di euro.

Scritto da Marco Costanza

Nato ad Avellino nel 1989, aspirante giornalista. Amo e seguo lo sport a 360° ma mi occupo anche di altri settori. Vanto uno stage a Sky Sport 24, un Master in Giornalismo e altre esperienze con testate giornalistiche importanti.

Cosa ne pensi?

0 punti
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%