Ospedale di Nola senza barelle, la Regione apre un’inchiesta

ospedale-nola

Piovono denunce sull’Ospedale di Nola a causa delle condizioni disagiate in cui sono stati accolti alcuni pazienti. I malati, data l’imbarazzante assenza di barelle e lettini, sono stati adagiati sul pavimento. Il Governatore della Campania, De Luca, annuncia l’apertura di un’indagine interna.

I Carabinieri del Nas sono intervenuti nell’ospedale di Nola, dove le condizioni di accoglienza dei degenti sono imbarazzanti e disumane. A richiedere i controlli lo stesso Ministro della Salute Beatrice Lorenzin. I Nas, dalle 10:00 di questa mattina, sono nel nosocomio a controllare la situazione.

La denuncia è partita dai social, dove sono state postate alcune foto di pazienti adagiati sul pavimento, a volte con una coperta, a volte anche senza niente, mentre il personale medico li visita. Decine e decine i commenti di quanti si sono indignati alla visione delle immagini, così come quelli che confermano, raccontando la propria esperienza nell’ospedale di Nola.

In un comunicato del governatore della Campania, Vincenzo De Luca, si legge “In merito al caso denunciato da familiari di pazienti, relativo a gravi disagi riscontrati e alla carenza di barelle all’ospedale di Nola (Napoli)b, il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha disposto l’apertura immediata di una indagine interna per una puntuale verifica dei fatti e per accertare tutte le responsabilità.”

ospedale-nola-senza-barelle

Le prime repliche giunte dai vertici e dal personale dell‘Ospedale di Nola, dichiarano che è sempre meglio visitare un malato che non farlo affatto. “Abbiamo preferito curare le persone a terra piuttosto che non dare loro assistenza. In ospedale abbiamo 15 barelle, 10 delle quali al pronto soccorso, e sabato ne abbiamo ‘sequestrate’ due alle autoambulanze per far fronte all’emergenza venutasi a creare.”. Una situazione che ha dell’incredibile, ma che porta chiaramente alla luce la drammaticità della situazione nella sanità pubblica italiana.