Pensioni Oggi Ultime Notizie (8 Marzo 2017): Ape, Precoci e Ottava Salvaguardia

riforma-pensioni

Le ultime notizie di oggi sulle Pensioni, relative all‘8 marzo 2017 riguardano svariati temi, dall’Ape, agli esodati, all’ottava salvaguardia, al Cumulo per i lavoratori precoci ad altri importanti temi che ci vengono forniti dall’Inps.

PRELIEVO ASSEGNI RINVIATO AL 2018

Sarebbe dovuto scattare ad aprile 2017 il prelievo del 0,1% degli assegni pensionistici, una riforma attesa dal 2016, ma che ancora una volta verrà rinviata. Come infatti affermato dalla Legge Milleproroghe approvata qualche settimana fa, verrà slittata di un anno la legge sul prelievo degli assegni pensionistici, questo per permettere l reintroduzione di fasce di rivalutazione degli assegni più favorevoli per i pensionati con importi superiori a tre volte il trattamento minimo Inps. Sarà dunque aprile 2018 il termine dato dal governo per l’approvazione di tale norma. Il prelievo consisterà del recupero di importi contenuti: tra 16 e 20 euro per chi incassa pensioni lorde mensili che oscillano tra 1.400 e 3.000 euro.

APE SOCIAL DONNE, LA DIFFERENZA CON GLI UOMINI

L’unica riforma pensioni che favorisce le donne sugli uomini è l’Opzione Donna, che consente alle lavoratrici di ritirarsi in anticipo se hanno maturato 35 anni di contributi con un’età anagrafica di 57 o 58 anni, rispettivamente per le dipendenti o per le autonome, con contributi entro il 31 dicembre 2015. Per quanto riguarda invece l’Ape social, le donne hanno uno svantaggio di circa un anno rispetto agli uomini. Infatti, la nuova misura di pensione anticipata, consente agli uomini di poter ottenere il pensionamento a 66 anni e sette mesi, mentre le donne dovranno attendere di più: per gli uomini l’anticipo pensionistico è di tre anni e sette mesi, mentre per le donne l’anticipo è di due anni e sette mesi nel caso delle dipendenti e di tre anni e un mese per le autonome.

ESODATI OTTAVA SALVAGUARDIA

L’Inps rende noto che i lavoratori esodati ce hanno fatto domanda per l’Ottava Salvaguardia entro il termine ultimo del 2 marzo 2017, riceveranno a breve la certificazione INPS del diritto alla pensione, soltanto con la quale si potrà effettivamente fare domanda di pensionamento. Per coloro che non hanno fatto richiesta entro il 2 marzo, non ci sarà possibilità, almeno per quest’anno, di richiedere la pensione. La procedura per il pensionamento prevista dal comma 216 della Legge di Bilancio 2017, è la stessa già seguita nelle precedenti operazioni di salvaguardia. I lavoratori che hanno diritto all’ottava salvaguardia sono circa 30.700. 

pensioni-vecchiaia

CUMULO PER I LAVORATORI PRECOCI

Come stabilito dalla Legge di Bilancio 2017, i lavoratori potranno sommare i periodi assicurativi non coincidenti temporalmente al fine di acquisire la pensione di vecchiaia o la pensione anticipata (cumulo pensionistico). Diverse categorie di lavoratori potranno effettuare questa operazione ma la categoria dei lavoratori precoci sembrerebbe al momento esclusa. Infatti, pare che i Precoci non rientrano nei requisiti per fare richiesta di Pensione tramite cumuli, anche se questa importante nozione dovrà essere elaborata dal Ministero del lavoro che insieme all’Inps lavorerà su questo fronte e affermerà a breve se anche i Precoci potranno usufruire del Cumulo per ottenere i contributi necessari per arrivare alla pensione di vecchiaia o almeno a fare domanda per la pensione anticipata.

Scritto da Marco Costanza

Nato ad Avellino nel 1989, aspirante giornalista. Amo e seguo lo sport a 360° ma mi occupo anche di altri settori. Vanto uno stage a Sky Sport 24, un Master in Giornalismo e altre esperienze con testate giornalistiche importanti.