Perchè si dice corteggiare: origine e significato del termine

corteggiare

Quando Cupido decide di scoccare la sua freccia dritto al cuore di una persona, in questa nasce un sentimento così forte che la spinge a conquistare la persona oggetto delle sue attenzioni. Nelle più romantiche delle ipotesi tale persona farà di tutto per corteggiarla: una rosa in mano o una cena in un ristorante a lume di candela. Ma l’origine del verbo corteggiare?

Origine

Scrive il Pianigiani nel suo Dizionario Etimologico sulla definizione di corteggiare “A parola Far Corte, Ossia Accompagnare altrui per dimostrazione di riverenza ed ossequio, e indi Prestare onori e servigi di cerimonia ad un potente, o a persone dalle quali si aspetta lucro o favore”.

Se si pensa ai potenti del Medioevo o alle corti reali europee ed in particolare a quella francese prima della Rivoluzione, il significato di fare la corte assume un carattere ancora più evidente: ogni aristocratico, per volere e dovere reale, si metteva in mostra davanti al Re, compiacente ed adulatore, prostrato a sua maestà considerata divina, costretto a vivere dispendiosamente in quella gabbia dorata che era Versailles, disposto addirittura a giocarsi il suo patrimonio pur di ottenere non solo dei favori in cambio ma soprattutto un minimo di considerazione.

Significato

Corteggiare significa letteralmente “fare corteggio”, cioè costituire un gruppo di persone che per senso del dovere e di etichetta si ritrova al seguito di un personaggio importante in situazioni di cerimonie, feste, o semplice accompagnamento (corteo). I tempi però sono cambiati. Oggi non si vive più a corte e corteggiare, nel suo significato più letterale, corrisponde ad un atteggiamento anacronistico e quasi stucchevole.

Segue il Pianigiani sulla definizione “Essere assiduo presso una donna affine di conquistarne l’affetto”. Adesso non si corteggia più il Re in cambio di favori ma la persona che si ama e si intende conquistare: si corteggia con le gentilezze, con i complimenti. Si fa la corte mostrando attenzione anche solo al dettaglio come aprire lo sportello della macchina.

Corteggiare vuol dire mettersi in gioco e fare qualcosa per l’altro/a dimostrando un vero rispetto verso la persona desiderata e oggi più che mai occorrerebbe assumere tale atteggiamento in virtù di una maggiore considerazione di sé e dell’altro/a che si ha davanti.

bono_vox

Bono Vox perde la voce: condizioni di salute

Scontri in Libia: Milizie tentano colpo di stato a Tripoli