Pesaro, Cacciatore Morto a Cagli: ucciso da un Cinghiale?

caccia giornata apertura stagione venatoria
caccia giornata apertura stagione venatoria foto di yuri colleoni

Un macabro ritrovamento di un cacciatore morto è stato fatto a Cagli un paese in provincia di Pesaro. L’uomo sarebbe stato ucciso da un cinghiale.

Ma cosa è successo? Le notizie sono ancora poche, ma quelle che provengono dai soccorritori sono davvero agghiaccianti. Infatti l’uomo, 62 anni, cacciatore per diletto si era recato per una battuta di caccia nelle zone impervie della provincia di Pesaro così da poter andare alla ricerca dei cinghiali. L’uomo non era da solo perché alla battuta partecipava con un gruppo di amici. L’uomo non dava segni da diverso tempo e così gli amici hanno allertato le forze di soccorso e allo stesso tempo hanno iniziato a cercarlo.

cinghiale

Poi dopo qualche ora il macabro ritrovamento del 62enne: l’uomo era già senza vita e sul corpo riportava una serie di ferite che fanno presumere che il cacciatore sia stato attaccato da un cinghiale e che non abbia avuto il tempo di reagire.

I soccorritori a prima vista infatti hanno fatto sapere che le ferite riportate sul corpo dall’uomo fanno presumere a un attacco a sorpresa di un cinghiale che avrebbe aggredito il cacciatore facendolo morire. Naturalmente sul corpo dell’uomo verrà effettuata un’autopsia prima di lasciare la salma libera per svolgere il funerale.

Scritto da Nicola Salati

Scrivere una passione che poi è diventato un vero e proprio mestiere. Dal 2008 giornalista professionista cerco di raccontare quello che succede nel locale per poi spaziare nel globale, ma sempre considerando i punti fermi che deve avere un abile cronista: mai distaccarsi dalla realtà dei fatti ed essere puntuale e preciso evitando interpretazioni e opinioni.