Poste Italiane, Aumenti delle Tariffe da Gennaio 2017

SONY DSC
SONY DSC

Dal 10 gennaio 2017 il “primo regalo” del nuovo anno pare voglia farlo Poste Italiane, che infatti cambierà aumentando alcune tariffe di determinati servizi universali di corrispondenza (Posta Raccomandata Retail, Posta Raccomandata Pro, Posta Raccomandata Smart, Posta Raccomandata Internazionale, Posta Assicurata, Posta Assicurata Internazionale, Atto Giudiziario), ovvero ci sarà un aumento per il sevizio postale.

Infatti, dal 7 dicembre Poste Italiane ha posto un comunicato sul proprio sito ufficiale dove spiega quali saranno i servizi che subiranno un aumento dal prossimo 10 gennaio. Ma ecco le tariffe che subiranno un aumento graduale: le tariffe della Posta Raccomandata (Retail) saranno incrementate da 4,50 a 5,00 euro.

Tale incremento sarà applicato anche alle comunicazioni connesse alle notifiche. Le tariffe della Posta Raccomandata Pro saranno incrementate da 3,30 a 3,40 euro. Tale incremento sarà applicato, per la componente di recapito, alle tariffe di Posta Raccomandata Online nazionale. Le tariffe della Posta Raccomandata Smart saranno incrementate nei primi cinque scaglioni di peso e in particolare, la tariffa per gli invii fino a 20 grammi varierà, in funzione dell’area di destinazione, 2,20 a 2,30 euro, da 2,50 a 2,60 euro oppure da 3,20 a 3,30 euro. Le tariffe della Posta Raccomandata Internazionale saranno incrementate in tutti gli scaglioni di peso e per tutte le zone tariffarie di destinazione da 5,95 a 6,60 euro.

poste-pacchi

Le tariffe della Posta Assicurata saranno incrementate da 6,90 a 7,25 euro mentre quelle internazionali da 9.40 a 10 euro. Infine le tariffe dell’Atto Giudiziario saranno incrementate in tutti gli scaglioni di peso da 6,60 a 6,80 euro. Come esempio abbiamo messo tariffe per invio minimo di pacchi di 20 grammi, ovviamente più alto sarà il peso e più saranno alte le tariffe.

Legge di Bilancio 2017, cosa prevede?

Scritto da Nicola Salati

Scrivere una passione che poi è diventato un vero e proprio mestiere. Dal 2008 giornalista professionista cerco di raccontare quello che succede nel locale per poi spaziare nel globale, ma sempre considerando i punti fermi che deve avere un abile cronista: mai distaccarsi dalla realtà dei fatti ed essere puntuale e preciso evitando interpretazioni e opinioni.