Puzza di fritto, da oggi è Reato: in 70mila dall’Avvocato.

puzza di fritto

La Cassazione, con la sentenza 14467/2017, ha deciso di condannare una coppia per “molestie olfattive” dopo una lite furibonda tra condomini in un palazzo causata dalla forte puzza di fritto. Il reato è compreso nell’articolo 674 del Codice Penale e cioè “getto pericoloso delle cose“. La coppia, proprietaria  di un appartamento posto al terzo piano di un condominio, è stata accusata dagli inquilini dell’appartamento al piano terra per aver, in un certo senso, inquinato acusticamente e olfattivamente l’intero condominio.

LA GUERRA TRA I CONDOMINI

Uno degli inquilini del piano terra, ha dichiarato davanti alla Corte che quando gli imputati cucinavano, oltre ai rumori molesti dell’estrattore, s’impregna l’appartamento dell’odore…del sugo, fritti eccetera, mi pareva di avere la cucina loro in casa mia”.
La coppia accusata ha replicato con un ricorso secondo il quale la norma dell’articolo 674 non sia in nessun modo abbinabile alla questione sopra citata dagli inquilini dello stesso condominio. Ma la procura non ha voluto saperne, ed ha confermato la condanna dei primi due gradi di giudizio concludendo la questione affermando che “la contravvenzione prevista dall’articolo 674 del Codice penale è configurabile anche nel caso di molestie olfattiveLa sentenza della cassazione ha creato un vero e proprio “caso” con circa 70 mila persone che, avendo vissuto situazioni giudiziarie simili, sono tornati a bussare allo studio legale di fiducia per riaprire ognuno il proprio caso.

Agrodolce

PUZZA DI FRITTO: SI RIAPRONO 70 MILA CASI

Sono oltre un milione le cause che ogni anno vedono coinvolti i vicini di casa per non aver rispettato le “famose” regole di buona convivenza da sempre fondamentali nella nostra vita da condomini. Secondo alcuni avvocati romani, la questione può risolversi in maniera più leggera quando si tratta di privati mentre diventa molto più complessa se ci troviamo davanti ad un caso che vede coinvolte attività pubbliche a causa delle norme ancora più complicate per quanto concerne canne fumarie e affini.

Scritto da Davide Musilli

Da sempre legato al giornalismo, coltivo il sogno di farne una professione. Viaggio in direzione ostinata e contraria, e mi riconosco nelle parole di Pasolini: "Sono una persona che preferisce perdere piuttosto che vincere con modi sleali e spietati, grave colpa da parte mia, lo so".

Cosa ne pensi?

0 punti
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%