Qual è la VPN più sicura presente sul mercato?

vpn sicura

Cosa desidera l’utente tipo di Internet? Domanda da un milione di dollari, ma a ben pensarci in realtà la risposta potrebbe essere più facile di quanto si pensi. Un utente tipo di internet in fondo vuole tre cose in particolare. Poche ma essenziali: la sicurezza, la velocità e l’affidabilità. Se ci sono questi tre elementi c’è tutto…  o meglio tutto il resto si può poi ottenere. Se invece questi elementi latitano allora diventa tutto incredibilmente più complesso.

All’interno di questo contesto possono trovare la loro naturale essenza anche le VPN. Si tratta di un acronimo che sta per Virtual Private Network e cioè Rete Virtuale Privata e potrebbe essere definita come una specie di internet dentro internet. Una definizione molto rozza ma che in un modo o nell’altro riesce, alla fine, a rendere l’idea.

L’obiettivo dell’utente medio, a questo punto, diventa un altro: trovare la VPN più veloce e sicura del mercato. Perché trovata quella avrò davvero trovato tutto ciò di cui ha bisogno. Tra le più interessanti spicca sicuramente NordVPN una delle migliori presenti sul mercato. Ma di cosa parliamo esattamente, quando parliamo di VPN? L’obiettivo delle VPN è quello di offrire agli utenti le stesse identiche possibilità che vengono offerte delle linee private, ma con la differenza che aumentano sensibilmente le protezioni e le garanzie di privacyper chi le usa. Immaginatevi una VPN come un grande tunnel che viene eretto a protezione della nostra connessione e che la rende inattaccabile e non spiabile.

Ragionando in termini decisamente più pragmatici una VPN oggi ci consente di viaggiare liberamente e di poter utilizzare senza paure di alcun tipo delle connessioni gratuite (come ad esempio quelle degli alberghi o dei ristoranti, o persino quelle in spiaggia) per effettuare delle operazioni private e sensibili senza nessun timore di vedere i nostri dati e le nostre informazioni intercettate per i più disparati fini. Metodo, questo, che in realtà andrebbe applicato anche in casa senza dover aspettare di viaggiare.

Oppure pensate alla comodità di spostarsi nel mondo potendo sempre far risultare la connessione nel proprio paese. Sembra una sciocchezza ma questo si traduce in tantissime – utili – situazioni. Si pensi all’utilizzo di programmi streaming che sono strettamente vincolati al paese in cui sta avvenendo la connessione. In parole povere e per capirci: se siete abbonati a Netflix, non è detto che i vostri programmi preferiti siano disponibili per voi anche in un altro paese. Lo stesso dicasi per una partita di calcio o per un evento.

La questione del “blocco geografico” è strettamente collegata anche alle censure. Ci sono paesi come la Russia e la Cina che oscurano molti siti e lasciano visibili soltanto quelli a loro più congeniali. Avere una VPN e saperla usare (e soprattutto scegliere) ci consente di mantenere una certa autonomia e un controllo (leggasi libertà) sulle nostre azioni sul web anche al di fuori dei confini nazionali. Potrebbe sembrare qualcosa di poco conto, ma ragionateci per un istante e capirete quanto in realtà è importante conoscere e saper utilizzare una VPN.

nuova_zelanda_attentato_moschee

Attentato terroristico in Nuova Zelanda: 49 morti

morta imane fadil

Morta Imane Fadil, testimone del caso Ruby: è stata avvelenata?