Un toner laser quanto dura (veramente)?

Quanto dura toner stampante

Hai appena acquistato un toner su un sito leader come www.cartucce.com, l’hai installato correttamente e hai iniziato a fare le tue prime stampe. Siamo sicuri che, a questo punto, ti starai probabilmente domandando: quanto durerà questa volta il toner? Ma è davvero possibile rispondere puntualmente a tale domanda?

Gli interrogativi di cui sopra affliggono tutti gli utenti di computer fin dagli albori della stampante laser. Eppure, in fin dei conti, la risposta è semplice ma sbalorditiva: con una corretta gestione, la cartuccia di toner durerà… molto più a lungo di quanto tu possa pensare e, in alcuni casi, anche più a lungo della tua stampante laser!

Insomma, la domanda migliore che dovresti farti non è “quanto durerà un toner”, bensì “come voglio gestire il mio toner”?

Ognuno di noi usa la propria stampante in modo diverso. Pensa per esempio agli studenti che vogliono stampare i loro corposi dossier ogni settimana. O pensi alla casalinga che vuole stampare occasionalmente qualche ricetta su Internet. O a chi stampa le proprie foto personali una volta alla settimana o una al mese.

In altri termini, dovrebbe risultare già chiaro da queste poche righe introduttive che quanto spesso si stampa – e ciò che si stampa – ha una grande influenza sulla durata del toner. Si tratta di qualche semplice calcolo matematico. Se si stampano pagine con immagini pesanti, il toner si svuota più rapidamente rispetto alle pagine che contengono solo poche righe di testo. Tuttavia, anche tenendo presente questa equazione di base, è possibile adottare misure per prolungare la durata della cartuccia di toner.

In primo luogo, mantenere la stampante laser pulita e ben conservata non solo prolungherà la durata della stampante, ma anche quella delle cartucce di toner! Sia l’interno che l’esterno della stampante possono essere puliti con un panno umido o privo di lanugine. Utilizzare setole morbide per rimuovere lo sporco è un’altra accortezza che ti suggeriamo di seguire. Pulire i rulli di alimentazione in gomma con alcool isopropilico, non utilizzare un’aspirapolvere o aria compressa (perché potrebbe danneggiare le parti della stampante) sono altri accorgimenti che potrebbero darti una mano d’aiuto nella migliore gestione del dispositivo.

Ti consigliamo poi di esplorare le varie modalità di stampa sul software della stampante: un altro segreto per ottenere cartucce di toner che durino più a lungo! Consulta dunque le schede nel software di stampa, generalmente nell’area “Carta/Qualità” o “Proprietà” delle impostazioni della stampante, e cerca di trovare la migliore combinazione per stampe in bozza, scale di grigi o altre opzioni che utilizzano meno toner rispetto alle stampe ad alta qualità. Cerca dunque di riservare le impostazioni di stampa della massima qualità per le stampe finali. Non c’è bisogno di sprecare il toner per qualcosa che finisce nel cestino!

Se poi hai la possibilità di scegliere tra cartucce toner normali e cartucce ad alto rendimento, cerca di fare un investimento extra e punta verso le cartucce ad alto rendimento. Si tratta infatti di cartucce che contengono più polvere di toner rispetto alle altre, e che ti permetteranno di ottenere un minore “costo per pagina” nel lungo periodo.

In conclusione, qualsiasi sia la tua stampante di riferimento, suggerimenti dovrebbero aiutarti nel momento in cui progetti in che modo poter ottimizzare i costi della tua stampa. Cerca dunque di concentrare la stessa attenzione che riponi nel momento in cui scegli il toner, nel momento in cui gestisci la tua stampante. Molta parte del risparmio la otterrai non solamente acquistando online il miglior toner per la tua stampante, quanto anche gestendo in maniera più consapevole la stampante nelle sue impostazioni hardware e software!

armando siri indagato corruzione

Cos’è il Caso Siri? Spiegazione e cosa è successo

salame golfetta contaminato conad

Salame Conad contaminato da salmonella: ecco i lotti